La presentazione del match

Testacoda al PalaDolmen, Sportilia Bisceglie riceve la capolista Corridonia

Nella quinta d’andata le biancazzurre sono chiamate all’impresa di fronte al team marchigiano

Volley
Bisceglie sabato 13 novembre 2021
di La Redazione
Sportilia Volley Bisceglie
Sportilia Volley Bisceglie © Sportilia Volley Bisceglie

L’avversario più ostico per provare a schiodarsi dal fondo della classifica. La considerazione appare scontata in casa Sportilia Volley a qualche ora dal testa-coda valido per la quinta d’andata che opporrà le biscegliesi alla Pallavolo Corridonia, capolista a punteggio pieno del girone L (si gioca sabato al PalaDolmen, con inizio alle ore 19,00).

Reduce dall’opaca prova nel domicilio della Primadonna Bari, culminata in uno stop (3-0) senza appello, il collettivo biancazzurro deve anzitutto cambiar registro sotto il profilo dell’atteggiamento e dell’attenzione. “Sabato scorso non mi è piaciuta la condotta passiva ed arrendevole di diverse giocatrici – commenta il tecnico Nicola Nuzzi - . Ne abbiamo parlato in settimana e sono fiducioso affinché si possa immediatamente voltare pagina. Adesso affrontiamo una delle squadre migliori del campionato, con ogni probabilità la più forte, ma tale riflessione non deve affatto impedirci di scendere in campo con la necessaria carica agonistica. Il risultato è importante, ma in questo momento l’obiettivo prioritario è trovare certezze nel nostro gioco puntando a sfruttare i fondamentali in cui ci esprimiamo meglio. Ho osservato dal vivo Corridonia nella recente gara di Trani, è una formazione molto ordinata a muro e non solo, non possiede punti deboli ed è capace di mettere sotto pressione l’avversaria. Detto questo, non dovremo assolutamente partire sconfitte, anzi mi aspetto che ogni ragazza dia il meglio di sé. E’ la richiesta che ho ripetuto come un mantra nel corso della settimana, anche perché dopo Corridonia arriveranno una serie di scontri diretti che andranno approcciati con piglio propositivo e aggressivo”.

Tra le file di Sportilia non saranno a disposizione le lungodegenti Piera Losciale e Telesca, mentre si confida nel recupero in extremis della giovane centrale Lo Basso. Salvo variazioni di coach Mauro Messi, il sestetto marchigiano di partenza dovrebbe essere composto da Paparelli in regia e Benedetti opposto, capitan Romani e Partenio in banda, Grilli e Rita (quest’ultima lo scorso anno in A2) al centro, con Giorgi libero titolare.

La gara sarà arbitrata da Giuseppe Persia e Francesco Liuzzi.

Lascia il tuo commento
commenti