Il match

Di Pinto Panifici Bisceglie più forte dell’emergenza: colpo a Catanzaro

I nerazzurri passano nonostante le assenze di Chiriatti e Rossi. Cinque giocatori in doppia cifra. Sugli scudi un ottimo Cesare Zugno

Basket
Bisceglie lunedì 14 gennaio 2019
di La Redazione
Di Pinto Panifici Bisceglie
Di Pinto Panifici Bisceglie © Sara Angiolino

Guardando la classifica, il successo conquistato dalla Di Pinto Panifici Bisceglie a Catanzaro risulterebbe quasi naturale. L’esito del match sulle tavole del PalaPulerà, in effetti, non è mai stato troppo in discussione ma la portata della decima affermazione stagionale dei nerazzurri di coach Luigi Marinelli è rilevante, in ragione delle circostanze nelle quali è maturata.

Il collettivo biscegliese si è lasciato alle spalle una settimana difficile, durante la quale ha dovuto far fronte alle conseguenze dell’infortunio al capitano Andrea Chiriatti nel corso del big match con Pescara e perso, giovedì, la disponibilità del playmaker Marco Rossi. Entrambi hanno partecipato alla trasferta calabrese pur senza poter essere in campo. Considerato il forfait del lungodegente Federico Lopopolo (in fase di recupero), ben tre dei dieci elementi della rotazione Di Pinto Panifici erano fuori uso e Gianluca Tredici ha stretto i denti per essere della gara.

Il perentorio parziale di 14-2 a inizio del match è la cartina tornasole dello spirito di squadra dei Lions: Kushchev, Zugno, Tomasello, Cantagalli e Smorto, nell’ordine, hanno contribuito segnando un canestro ciascuno.

La Di Pinto Panifici non è riuscita a prendere il largo, mostrando la lucidità necessaria per tenere a bada i legittimi propositi di rimonta del collettivo di Furfari. Catanzaro ha prodotto il massimo sforzo risalendo sul -4 (30-34) ma i viaggianti non si sono disuniti e nel terzo parziale hanno toccato anche il +15 (32-47), gestendo le risorse nella consapevolezza di una rotazione molto ristretta.

Un altro generoso tentativo dei giallorossi di casa (48-55 al 29°) è stato respinto con risolutezza (51-64 in apertura di quarta frazione). Il forcing ha prodotto il -5 a quattro minuti e mezzo dal termine ma Bisceglie ha rimesso le cose in chiaro con l’mvp Cesare Zugno e Daniele Tomasello. I canestri di Cantagalli, Tredici e Kushchev e il 2/2 dalla lunetta di Smorto hanno fissato il punteggio sul 66-80.

Due punti preziosi per i nerazzurri, ottenuti col contributo dell’under Danilo Mazzarese, in campo 16 minuti. Domenica 20 gennaio la Di Pinto Panifici incrocerà la battistrada imbattuta Cestistica San Severo, che ha rispettato il turno di riposo nella prima giornata di ritorno. Sarà prioritario cercare di rimettere in sesto gli infortunati nel più breve tempo possibile.

CATANZARO-DI PINTO PANIFICI BISCEGLIE 66-80

Catanzaro: Calabretta 8, Procopio 2, Gaetano 12, Mavric 7, Locci 10, Dell’Uomo 13, Klacar 9, Dolce 5, Commisso, Scala. N.e.: Gobbato. Allenatore: Lino Furfari.
Di Pinto Panifici Bisceglie: Zugno 19, Smorto 8, Cantagalli 14, Kushchev 11, Tomasello 13, Tredici 15, Mazzarese. N.e.: Chiriatti, Rossi, Quarto di palo. Allenatore: Luigi Marinelli.

Arbitri: Francesco Di Luzio di Cernusco sul naviglio (Milano), Matteo Lucotti di Binasco (Milano),

Parziali: 15-23; 30-40: 48-55.

Note: uscito per cinque falli. Tiri da due: Catanzaro 22/43, Di Pinto Panifici Bisceglie 15/33. Tiri da tre: Catanzaro 5/16, Di Pinto Panifici Bisceglie 8/17. Tiri liberi: Catanzaro 7/10, Di Pinto Panifici Bisceglie 26/35. Rimbalzi: Catanzaro 30, Di Pinto Panifici Bisceglie 23. Assists: Catanzaro 6, Di Pinto Panifici Bisceglie 3.

Articolo a cura dell'Ufficio Stampa del Lions Basket Bisceglie

Lascia il tuo commento
commenti