Il caso

​Sentenza del Tar e chiusura del Comune, il Pd: «Chiediamo un esame di coscienza al Sindaco»

L'amara riflessione del Partito democratico di Bisceglie

Politica
Bisceglie venerdì 22 novembre 2019
di La Redazione
Il Palazzo di città chiuso alle opposizioni
Il Palazzo di città chiuso alle opposizioni © BisceglieLive.it

Sulla vicenda che ha portato alla decisione del Tar Puglia di annullare le delibere di approvazione dei Conti del Comune di Bisceglie è intervenuto anche il Partito democratico. Ecco il testo integrale dell'intervento:

«Siamo seriamente preoccupati per il futuro della nostra amata Città. Leggiamo con sconcerto la sentenza del TAR che ha certificato le carenze degli attuali amministratori seduti su palazzo San Domenico. Creano ancor più sgomento le superficiali dichiarazioni del Sindaco nonché la chiusura di palazzo di città alle opposizioni che avevano indetto una conferenza stampa.

Tutto questo non è tollerabile per il PD di Bisceglie. Il rispetto per le istituzioni, tutte, e per la democrazia sono valori imprescindibili come è sacrosanto avere una guida capace, sicura e determinata a favorire il benessere della comunità e delle future generazioni. Ad oggi le soluzioni profetizzate dai palchi della campagna elettorale non hanno avuto corso, anzi i problemi sono aumentati: città allo sbando, problemi di igiene, problemi di sicurezza, problemi di lavoro, mancanza di programmazione ecc.. Ormai siamo al punto di non ritorno, chiediamo al Sindaco Angarano di fare un esame di coscienza sul suo operato e di effettuare la scelta giusta; una scelta che permetta a Bisceglie di avere una guida all'altezza delle sfide che l'attendono

Lascia il tuo commento
commenti