Il caso

​Crisi di governo, Boccia: «Non sarà rimpianto da nessuno. Un anno di litigi a danno degli italiani»

Le parole del deputato biscegliese del Pd dopo le dimissioni del presidente del Consiglio Conte

Politica
Bisceglie mercoledì 21 agosto 2019
di La Redazione
Francesco Boccia
Francesco Boccia © n.c.

«Avevano promesso mari e monti a tutti ed è finita con un volo di stracci. Le offese reciproche che sono volate in questi giorni tra Lega e M5S, sintetizzate dalle dimissioni del presidente del Consiglio e dall'intervento di Salvini, sono il simbolo del tradimento fatto agli italiani dai due partiti che hanno dato vita al Governo Conte».

Questo il Commento dell'on. Francesco Boccia dopo le dimissioni del presidente del Consiglio Conte.

«Dopo un anno - prosegue il deputato biscegliese del Partito democratico - il Paese è piantato a zero ed è fanalino di coda in Europa, gli investimenti privati e pubblici sono fermi e c'è un isolamento in Europa che è sotto gli occhi di tutti. Le grandi questioni sociali e ambientali sono state ignorate e in quasi un anno e mezzo oltre il reddito di cittadinanza pasticciato e per Quota 100 non c'è stata alcuna misura degna nemmeno di critica.

Si chiude un governo che non sarà rimpianto da nessuno, fatto solo di propaganda elettorale permanente e litigi a danno degli italiani».

Lascia il tuo commento
commenti