Il caso

Galantino lascia il M5S, l'ira di D'Ambrosio: «Ha preso spunto da Spina»

La reazione del deputato pentastellato andriese

Politica
Bisceglie giovedì 11 luglio 2019
di La Redazione
On. Giuseppe D'Ambrosio
On. Giuseppe D'Ambrosio © n.c.

Immediata la reazione del deputato del Movimento 5 Stelle di Andria, Giuseppe D'Ambrosio, all'esodo del collega biscegliese Davide Galantino approdato ieri al Gruppo Misto della Camera dei Deputati. Una replica al vetriolo.

«Lo vogliamo ricordare così. Il Vice Presidente della Camera - scrive D'Ambrosio sul suo profilo Facebook - ha appena annunciato il passaggio nel gruppo misto del deputato Davide Galantino, biscegliese eletto nel MoVimento 5 Stelle.

Una bella foto con il suo amico ex Sindaco di Bisceglie Spina, l'uomo passato da destra al centro e dal centro a sinistra e poi chissà dove. L'uomo capace di prendere un intero consiglio comunale e spostarlo da destra a sinistra, in un colpo solo. Saranno state proprio queste azioni ad ispirarlo? Chissà.

Certo fa male! Fa male perchè il nostro territorio perde un portavoce del M5S. Fa male perchè un portavoce del M5S non passa nel gruppo misto, si dimette. Fa male perché, da diverso tempo, avevo segnalato le anomalie di questo attivista poi diventato deputato ma in questo caso, i nostri antivirus, non hanno funzionato.

In questo momento la mia vicinanza va al nostro vero Portavoce del MoVimento 5 Stelle a Bisceglie, il consigliere comunale Vincenzo Amendolagine, ed a tutto il gruppo degli attivisti del MoVimento di Bisceglie che in questi anni hanno dovuto subire diverse situazioni problematiche, causate dallo stesso Galantino.

Ora però, ancor più forti di prima, possiamo riprendere a lavorare per Bisceglie nella convinzione che con la deputata Francesca Galizia e la senatrice Bruna Angela Piarulli, si possa seguire tutto il nostro territorio con l'attenzione che merita.

Sento di dovermi scusare con i cittadini Biscegliesi, ma credetemi quando vi dico che ho fatto ogni cosa possibile per evitare questo. Rispetto a quanto accaduto, non posso far altro che riprendere a lavorare a testa bassa, magari ancor più di prima assieme a tutti gli altri portavoce pugliesi in Parlamento, al consigliere regionale Grazia Di Bari, al nostro consigliere comunale Vincenzo Amendolagine ed a tutti gli attivisti biscegliesi».

Lascia il tuo commento
commenti