La novità

Ordinanza scuola in Puglia: si ritorna tutti a distanza

Eliminata la possibilità di scelta alle famiglie tra scuola in presenza o a distanza

Politica
Bisceglie sabato 20 febbraio 2021
di La Redazione
Scuola, aula alunni in Dad DDI
Scuola, aula alunni in Dad DDI © AndriaLive

Terminata nel cuore della notte la riunione tra l'Assessore regionale all'Istruzione Sebastiano Leo e i Sindacati della scuola. La novità più rilevante sarebbe lo "stop" alla presenza per le prossime settimane per tutti gli ordini di scuola, inclusa l'infanzia, con attivazione della Didattica digitale integrata.

Ecco le altre indiscrezioni che riguardano l'ordinanza che dovrebbe essere emanata nella giornata di sabato ed entrare in vigore da lunedì e fino al 5 marzo:
- Eliminata la possibilità della scelta delle famiglie tra Didattica in presenza o a distanza;
- Limite del 50% in presenza per classe per alunni con bisogni educativi speciali o con altri problemi che le scuole hanno facoltà di valutare;
- Piena attenzione al Piano vaccinale che parte da domani.

É stato inoltre revocato lo sciopero di lunedì 22 febbraio indetto proprio per contrastare il contenuto delle precedenti ordinanze regionali.

L’Amministrazione, alla luce della recrudescenza dei dati di contagio a causa della diffusione della cosiddetta “variante inglese” e al fine di rallentare la curva epidemiologica su tutto il territorio pugliese, comunica che con la prossima ordinanza disporrà la didattica digitale integrata al 100% per tutte le scuole di ogni ordine e grado al fine di procedere alla vaccinazione di tutto il personale scolastico.

Nel verbale redatto dai Sindacati si legge:

«Dopo ampia e approfondita discussione, le parti concordano quanto segue:

  1. La regione accoglie la richiesta delle OO.SS. di eliminare dall’ordinanza l’attribuzione della facoltà di scelta alle famiglie in merito alla frequenza a distanza o in presenza degli studenti;

  2. La regione avvia una massiccia campagna di vaccinazione di tutto il personale scolastico, anche alla luce dell’alto tasso di adesione (tra il 70% e l’80%), che è stato riscontrato in tutte le province, al fine di garantire la ripresa in sicurezza della didattica in presenza al 100%;

  3. Le OO.SS. impegnano la regione ad avviare immediatamente il piano sanitario deliberato dalla giunta che prevede 355 unità di personale (Toss) assegnati alle singole scuole in modo da garantire uno screening di massa periodico».

Il provvedimento sarà in vigore dal prossimo lunedì.

Lascia il tuo commento
commenti