La celebrazione

Vincenzo Di Gregorio ordinato sacerdote, oggi la sua prima messa a San Silvestro

"Sono giorni di preghiera e di abbandono nell’amore di Dio certo che è lui che mi ha scelto e che compirà cose grandi secondo il suo cuore per il bene mio e della Chiesa"

Cultura
Bisceglie domenica 10 febbraio 2019
di La Redazione
Vincenzo Di Gregorio - foto di repertorio
Vincenzo Di Gregorio - foto di repertorio © n.c.

Ieri, sabato 9 febbraio 2019, nella Cattedrale di Trani, durante una solenne concelebrazione eucaristica presieduta da Mons. Leonardo D’Ascenzo, il diacono Vincenzo de Gregorio è stato ordinato presbitero.

“I giorni che sto vivendo in preparazione a questo momento così centrale per la mia vita, - dichiara don Vincenzo - sono giorni di preghiera e di abbandono nell’amore di Dio certo che è lui che mi ha scelto e che compirà cose grandi secondo il suo cuore per il bene mio e della Chiesa. Vi chiedo di pregare per me, per le vocazioni sacerdotali e alla vita consacrata”.

Vincenzo de Gregorio è nato a Trani il 1 agosto 1992 da papà Luigi e mamma Clementina, ha un fratello di nome Antonio. Dapprima frequenta la Parrocchia della Madonna di Fatima dove riceve il Sacramento dell’Eucaristia, più tardi nella parrocchia di San Francesco riceve il Sacramento della Cresima. Frequenta il Liceo Classico De Sanctis inTrani, è animatore di Acr nella sua parrocchia e diventerà anche responsabile parrocchiale di Acr. Vive alcune esperienze vocazionali e durante un campo scuola nell’estate tra il quarto e il quinto anno di scuola superiore, sente nel suo cuore il desiderio di seguire il Signore più da vicino nella via del sacerdozio ministeriale.

Compie un primo discernimento con il suo parroco don Saverio Pellegrino e poi il discernimento diocesano attraverso il gruppo Levi del Seminario minore. Nel settembre 2011 inizia il Cammino Propedeutico presso il Pontificio Seminario Regionale Pio XI in Molfetta, nel quale farà l’ingresso a settembre del 2012. Nell’anno Propedeutico con il suo amico di cammino e di diocesi don Salvatore Mellone scrive un libro dal titolo “L’umanità libera sorride a Dio. Agorà e Parola” (Tau editrice, 2012).
Durante la formazione seminariale rafforza il suo rapporto con il Signore attraverso la meditazione quotidiana della Parola di Dio, la frequenza al dacramento della riconciliazione, la partecipazione quotidiana alla santa messa e l’adorazione serale. Vive anche la devozione alla Beata Vergine Maria attraverso la recita quotidiana del santo rosario e si dedica a molte letture spirituali delle vite dei santi. La vita spirituale, la sua relazione con il Signore nell’accompagnamento dei suoi padri spirituali, lo confermano nel suo cammino di sequela e di totale consacrazione al Signore nell’Ordine Sacro del Presbiterato.

Il 1 gennaio 2015 riceve l’ammissione agli ordini sacri e successivamente il ministero di lettore e di accolito. Vive l’esperienza pastorale nel biennio nella parrocchia San Giuseppe in Giovinazzo e nel triennio nella parrocchia San Giorgio in Locorotondo nella quale si dedica alla formazione dei giovani e all’accompagnamento delle famiglie dei ragazzi di iniziazione cristiana. È molto dedito allo studio teologico che vive con passione e che lo aiuta ad affinare le sue conoscenze e ad entrare con umiltà nel mistero di Cristo. Il 28 giugno 2017 approda al baccellierato in Sacra Teologia con il massimo dei voti, con una tesi in dogmatica dal titolo “Cum-passio. Il valore salvifico della sofferenza”. Prosegue i suoi studi in Filosofia e sta per conseguire la Laurea Magistrale in Scienze filosofiche.

Dal 1 settembre 2017 collabora nella parrocchia di San Silvestro in Bisceglie insieme al parroco don Fabio Daddato dove, domenica 10 febbraio, alle 19.00, celebrerà la sua Prima Messa.

Lascia il tuo commento
commenti