Cultura
Durissime le sue parole: «una regressione spaventosa sul piano della coscienza umana globale​»