Il caso

​Sindaco e Giunta in coro contro Spina: «Insinuazioni vergognose»

«I soldi donati dai cittadini sono integralmente sul conto dedicato al Covid e saranno utilizzati per situazioni di bisogno e un pensiero ai bimbi delle famiglie più fragili nelle festività natalizie»

Cronaca
Bisceglie mercoledì 25 novembre 2020
di La Redazione
Angelantonio Angarano
Angelantonio Angarano © n.c.

“Le vergognose insinuazioni del Consigliere Spina sui soldi sul conto corrente comunale per l’emergenza Covid mettono in dubbio l’onestà e l’integrità morale di tutta l’amministrazione comunale di Bisceglie. Questo va ben oltre la politica e un dibattito civile, peraltro in un momento in cui questo tipo di affermazioni sono come benzina sul fuoco visto il momento di grande difficoltà che la Comunità sta vivendo.

I soldi donati dai cittadini sono integralmente sul conto dedicato al Covid e saranno utilizzati per un donare un libro o un altro presente ai bimbi delle famiglie più fragili nelle festività natalizie, oltre che altre forme di sostegno per chi è in stato di bisogno.

Ringraziamo chi ha contribuito con le donazioni, frutto dei sentimenti di generosità e solidarietà delle persone. Ricordiamo, per esempio, il grande cuore di un bambino che ha rotto il suo salvadanaio e donato i suoi risparmi per dare il suo aiuto a chi ne avesse bisogno. Su quel conto, tra aprile e maggio scorsi, Sindaco e Assessori hanno effettuato donazioni contribuendo a raddoppiare il fondo costituito con le donazioni dei cittadini.

Non pretendiamo che chi solleva queste accuse, notoriamente aduso al palcoscenico, comprenda il valore morale della donazione. Gesti che abbiamo fatto in silenzio e avremmo voluto restassero privati ma invece siamo costretti a rendere pubblici per le vergognose e offensive illazioni di chi impegna il suo tempo a escogitare stratagemmi per ‘abbattere’ un’amministrazione. Non ne parleremmo nemmeno se, in tantissime occasioni, questa ‘nobile’ e ‘costruttiva’ attività non tendesse ad insinuare persino il dubbio sulla onestà dell’amministrazione comunale, ledendo la nostra dignità e quella delle nostre famiglie.

Possiamo discutere di tutto, ma di questo no. Il conto corrente è ancora disponibile per chi volesse ancora donare. La generosità e il senso di appartenenza sono connaturati alla nostra comunità e sono da sempre leva di progresso, sociale e culturale”.

Lo dichiarano il Sindaco Angarano e gli Assessori Consiglio, Acquaviva, Naglieri, Parisi, Rigante, Sette e Storelli.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Ok ha scritto il 25 novembre 2020 alle 06:58 :

    Scusa sig sindaco ma I soldi dei libri e del fitto casa dove sono Rispondi a Ok

    Uno ha scritto il 25 novembre 2020 alle 23:20 :

    Rispetto la difficile situazione del covid ma è vero,stiamo aspettando anche i rimborsi libri,e poi dobbiamo comunque versare la Tari..allora facciamo due domande.. Rispondi a Uno