Il caso

«Mamme e bambini al Comune allontanati dalle forze dell'ordine», scoppia la bufera

L'ira di Francesco Spina: «Mai a Bisceglie una vicenda così. I precedenti Sindaci scendevano ad ascoltare i cittadini»

Cronaca
Bisceglie venerdì 16 ottobre 2020
di La Redazione
Palazzo di città
Palazzo di città © BisceglieLive.it

A denunciare l'accaduto è un cittadino attraverso il suo profilo Facebook: ««Mamme si sono rivolte al Comune per chiedere informazioni e invece di essere accolte sono arrivati carabinieri e polizia municipale...». Le donne, con i propri bambini, sarebbero state, dunque, allontanate dalle forze dell'ordine (da Palazzo di città smentiscono categoricamente che la vicenda sia accaduta e stanno approntando un comunicato stampa per fornire la loro versione dei fatti che pubblicheremo al più presto, ndr). Una vicenda che, però, è immediatamente balzata al centro della scena politica cittadina.

A richiedere una immediata verifica di quanto accaduto è il Consigliere comunale di opposizione Francesco Spina: «Spero non sia vero quanto detto in questo coraggioso post. Angarano & C. avrebbero chiamato carabinieri e forze dell’ordine per allontanare con la forza mamme e bambini. Come in tutti i governi opaci e reazionari, il confronto viene evitato e si usano minacce e la forza per giustificare le proprie mancanze».

«Caro Angarano - prosegue Spina -, stai trattenendo ancora in cassa le risorse statali di sostegno delle famiglie per l’emergenza Covid. Eppoi, i fitti casa e i bonus libri, tutte risorse regionali, perché li trattieni ancora con la scusa del bilancio che non vuoi ancora approvare a fine anno? Gli acconti sui fitti casa sono stati pagati e il bilancio non c’era ancora. Tutto a piacere tuo? E le case popolari perché non si assegnano, con famiglie che vivono in condizioni precarie di salute? State studiando l’ennesimo trucchetto? Insomma, chiedi scusa ai biscegliesi per i pasticci e i ritardi e, se proprio non riesci più a gestire le cose pubbliche nel rispetto delle norme, sii intellettualmente onesto con te stesso! La città sta soffrendo e chiedere l’intervento della forza pubblica per calmare mamme e bambini non è mai successo a Bisceglie.

I precedenti sindaci scendevano tra la folla durante le proteste e andavano ad ascoltare. Tu ascolti solo i tuoi pochi amici, ma i tuoi cittadini li eviti da tempo come hai sempre evitato il confronto e dialogo con le opposizioni vere. La prossima volta quelle opposizioni le troverai a fianco dei cittadini giù al Comune e vedremo se per una protesta civile avrai il coraggio di chiamare le forze dell’ordine per far cessare le proteste. Cartelle, tasse e nessun contributo e sostegno a commercio e famiglie. Ora pure l’uso delle forze di polizia verso mamme e bambini! Il vaso è colmo».

Lascia il tuo commento
commenti