Il fatto

​Bisceglie, i positivi sono 62 dei quali 10 ricoverati​. In 13 sono usciti dall'incubo

L'aggiornamento del Sindaco Angelantonio Angarano

Cronaca
Bisceglie giovedì 15 ottobre 2020
di La Redazione
Angelantonio Angarano
Angelantonio Angarano © n.c.

«Dopo un’altra giornata molto intensa, facciamo il punto sull’andamento del contagio nella nostra Città. Ad ora i positivi sono 62 dei quali 10 ricoverati, quindi la buona notizia è che rispetto a ieri 13 nostri concittadini si sono negativizzati. Il numero delle persone in isolamento domiciliare a fini preventivi è salito a 238 a causa dell’inserimento nell’elenco dell’intera Comunità di Villa Giulia, di tutti gli alunni e i docenti della classe di scuola secondaria di primo grado “Battisti-Ferraris” nel plesso Sergio Cosmai ove si è registrato un caso di positività».

A scriverlo è il Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano.

«La dirigente scolastica - prosegue - ha disposto la chiusura del plesso (per la parte occupata dalla scuola media) da giovedì 15 ottobre a martedì 20 ottobre 2020 sia per effettuare la sanificazione degli ambienti, sia per la mancanza di docenti posti in quarantena e non sostituibili. Infatti, vi erano già dei docenti in isolamento per il precedente caso di positività. È evidente la necessità di accorciare i tempi di attesa di esecuzione e processamento del tampone per favorire un ritorno a scuola in sicurezza quanto più immediato possibile, sia di insegnanti che di alunni.

E proprio in questo senso c’è la seconda buona notizia di oggi (ieri per chi legge, ndr): la Asl Bt coordinata dal Direttore Generale Alessandro Delle Donne ha confermato il protocollo scolastico che prevede l’esecuzione di test rapidi in punti prestabiliti per velocizzare la tempistica della refertazione e agevolare, in caso di negatività, il rientro a scuola di docenti, alunni e personale ATA. Soluzione auspicata al termine della riunione di ieri del Coc con i dirigenti scolastici e il Dott. Luigi Nigri.

I test rapidi forniscono l’esito in circa 15 minuti e questo rende molto più agevole la certificazione dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta. Tutte le informazioni dettagliate saranno fornite dalle Autorità Sanitarie.

La ripresa delle scuole è stata il frutto di uno sforzo e un impegno imponente per le Istituzioni, per le famiglie e per gli alunni. È normale che ci siano problemi in uno scenario inedito come quello attuale, ma vanno affrontati: la scuola è una priorità assoluta per l'Italia e per il futuro di intere generazioni. Continuiamo a fare squadra e a collaborare con senso di responsabilità per fronteggiare questa seconda ondata di contagi. Rispettiamo le regole, innanzitutto l’uso della mascherina, il rispetto del distanziamento e l’igiene accurata e costante delle mani».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • VINCENZO TATTOLI ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 09:09 :

    SIG. SINDACO ANZICHE' FARE IL PUNTO DELLA SITUAZIONE, LA INVITO A GIRARE IL PAESE E DARE LE DISPOSIZIONI DI EFFICIENZA DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DI SANIFICAZIONE. BASTA CON I PROCLAMI, OCCORRONO I FATTI. Rispondi a VINCENZO TATTOLI