Il fatto

Prorogato a Bisceglie l’obbligo di mascherina in zone e orari dove c’è il rischio di assembramenti

Prolungate le prescrizioni già disposte con l’ordinanza n. 131 del 19 agosto 2020, in linea con l’arco temporale previsto dal DPCM del 7 settembre scorso

Cronaca
Bisceglie venerdì 11 settembre 2020
di La Redazione
Mascherine
Mascherine © n.c.

Il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, in linea con l’arco temporale previsto dal DPCM del 7 settembre scorso, ha prorogato le prescrizioni già disposte con l’ordinanza n. 131 del 19 agosto 2020, disponendo fino al 7 ottobre l’obbligo di indossare la mascherina a chiunque transiti e frequenti le seguenti zone, abitualmente affollate ed aventi spazi ristretti tali da rendere agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale:

  1. via La Spiaggia, al netto delle aree occupate dai dehors dei pubblici esercizi, dalle ore 18 alle 6 del giorno successivo;
  2. strade e piazze interne al Centro Storico cittadino in concomitanza con eventi e pubbliche manifestazioni organizzate all’interno dell’area circoscritta da via Frisari, via Tupputi, Piazza Castello, Largo Purgatorio, via Cristoforo Colombo, via Trieste e via Trento, dalle ore 18 alle 6 del giorno successivo;
  3. tratto di Corso Umberto ove si svolge il mercato giornaliero, dalle ore 9 alle 13.30 e dalle 17 alle 21;
  4. strade del quartiere Seminario ove si svolge il mercato settimanale ogni martedì dalle ore 7 alle 13.30;

È altresì fatto obbligo di indossare la mascherina alle fermate degli autobus durante l’operatività del servizio di trasporto pubblico locale.

Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina, ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.

Restano ferme le prescrizioni di cui all’Ordinanza del Ministro della Salute del 16.08.2020 e del DPCM del 7 settembre 2020 che prevedono l’obbligo di utilizzare i dispositivi di protezione (mascherine) anche in altre vie e spazi pubblici della città qualora dovessero comunque formarsi assembramenti pur di natura spontanea e/o occasionale e non sussistano le condizioni per poter mantenere la distanza interpersonale di un metro.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giulia Fortini ha scritto il 12 settembre 2020 alle 06:22 :

    Mandate qualcuno a controllare che le regole siano rispettate.. Non basta solo parlare.. Passate ai fatti... Multate chi non rispetta le regole!! Rispondi a Giulia Fortini