La storia

​Ospedale di Bisceglie, maschere da sub trasformate in ventilatori ospedalieri​

​Ingegno e solidarietà di un pool di professionisti ed imprenditori locali, fra cui la Pedone Working e Maddalena Pisani

Cronaca
Bisceglie giovedì 09 aprile 2020
di La Redazione
Maschere da sub trasformate in ventilatori ospedalieri​
Maschere da sub trasformate in ventilatori ospedalieri​ © n.c.

Gli italiani sono anche questo, l’ingegno e la solidarietà anche in questi momenti difficili, anzi soprattutto in questi momenti si affina ed è quello che è accaduto ad un pool di professionisti ed imprenditori locali, fra cui la Pedone Working e Maddalena Pisani.

Gli architetti Leo, Massimo ed il loro fratello Piero, ingegnere, sempre attenti alle innovazioni tecnologiche, entrano in contatto con dei colleghi della Isinnova condividendo lo sviluppo che hanno dato a delle valvole, concretizzando un’idea del Dott. Renato Favero, già primario dell’Ospedale di Gardone Val Trompia, in provincia di Bescia, realizzando in stampa 3D una valvola di emergenza per respiratori.

Questa straordinaria innovazione tecnologica viene colta dalla Pedone Working di Bisceglie, ma non solo. Sono sempre stessi ingegneri della Isinnova a rinunciare ad un sicuro arricchimento, permettendo l’utilizzo del progetto gratuitamente, purché non siano utilizzate per fini commerciali, ponendo sul web, rendendolo fruibile in tutto il mondo, il progetto di conversione della maschera monofacciale di Decathlon utilizzata per snorkeling, in un ventilatore ospedaliero e permettere di sopperire alla insufficienza di maschere C-Pap per terapia sub-intensiva, necessaria al sostegno dei numerosi pazienti colpiti dal Coronavirus.

La Pedone Working testa la funzionalità in loco, risultando perfettamente funzionante, come hanno spiegato il Dr. Andrea Sinigaglia - Direttore Sanitario ed il Dr. Sergio Carbonara - Primario Reparto Infettivi dell'Ospedale di Bisceglie, coinvolti nella verifica, collegando direttamente la maschera all’ossigeno tramite la presa al muro.

A questo punto, mancano le maschere ed il DPCM ha obbligato la chiusura delle aziende, fra queste anche le filiali locali di Decathlon.

Ma la rete non è solo il web, la rete è fatta di persone, di rapporti umani, di rapporti interpersonali di quelli che superano le più grandi avversità e gli ostacoli diventano barriere superabili.

Viene contattato il responsabile provinciale della Protezione Civile BAT che fra l’altro per questa emergenza è anche, a titolo gratuito, coordinatore del Centro Operativo Comunale di Bisceglie, il Dott. Giovanni de Trizio, il quale comprende immediatamente la valenza, ma soprattutto conosce bene la criticità, nelle esigue quantità di presidi sanitari e DPI che questa emergenza sta evidenziando. De Trizio, interagendo con persone che da sempre si sono distinte per generosità e slancio, coinvolge Dott.ssa Maddalena Pisani, commercialista, la quale, senza indugi, attiva i suoi canali e in poche ore riesce ad ottenere la disponibilità, acquistando 54 maschere per snorkeling da Decathlon Italia.

Nel frattempo la Pedone Working ha già attivato numerosi makers pugliesi coordinati dalla D.ssa Alessandra Antonetti per la produzione dei kit del nuovo raccordo al respiratore, curandone con gli operatori volontari della Protezione Civile il loro ritiro.

In questa gara di ingegno e solidarietà fatta a tempo di record, il Presidente della Provincia di Barletta Andria Trani, Bernardo Lodispoto, con il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, coinvolgono il Dott. Alessandro Delle Donne, Direttore Generale della ASL BT, il quale viene a conoscenza di questo mix di risorse professionali, pubbliche e private e ne apprezza la generosità, riconoscendo la valenza del progetto di riqualificazione e consente immediatamente l’uso alla struttura ospedaliera dedicata di Bisceglie ed alle postazione 118.

Fieri di essere Italiani.

Lascia il tuo commento
commenti