Il dolore

Incidente mortale, una città ferita. I messaggi per Francesco

Il cordoglio del mondo dello sport e del Presidente del Consiglio comunale

Cronaca
Bisceglie mercoledì 05 febbraio 2020
di La Redazione
Francesco Di Molfetta
Francesco Di Molfetta © n.c.

«Fin dai primi passi della prima squadra sei stato un nostro super tifoso. Quando potevi eri anche il nostro speaker d'eccezione. Ci mancherai tanto Frà». Quello dell'associazione sportiva Don Uva Calcio 1971 è solo uno dei centinaia di messaggi di cordoglio che stanno giungendo in queste ore dopo il terrificante incidente stradale costato la vita al 30enne biscegliese Francesco Di Molfetta.

L'intera città si sta stringendo attorno ai familiari di questo ragazzo che tutti descrivono come sempre sorridente, positivo, capace di trascinare, amante dello sport e degli amici.

Il mondo dello sport è frastornato: «L'Unione Calcio Bisceglie si unisce al dolore che ha colpito la famiglia Di Molfetta per la scomparsa del 30enne Francesco Di Molfetta».

Oltre al Sindaco, di cui si riferisce a parte, anche la massima assise cittadina ha voluto esprimere il proprio dolore con le parole del Presidente del Consiglio comunale Gianni Casella: «A nome personale e come Presidente del Consiglio Comunale certo di rappresentare il pensiero di tutti i consiglieri, esprimo la mia più sentita vicinanza alla famiglia Di Molfetta per la tragica scomparsa di Francesco.. un figlio della nostra città un grande e immenso dolore».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mdanna ha scritto il 05 febbraio 2020 alle 10:21 :

    Lo abbiamo conosciuto Abbiamo condiviso una stagione estiva lui un sorriso che ti coinvolgeva una voce che non si dimentica un cuore grande Ciao Fra Amore mio!!!!!!!!!! Rispondi a Mdanna

  • Angelo ha scritto il 05 febbraio 2020 alle 08:10 :

    Quanto altri morti ci dovranno essere su questa strada.!!!!!Poi i politici Si fanno fotografare assieme per aver pensato che con la rotonda si siano risolte le cose.Ci vogliono per tutta la percorrenza di tale strada ,limitatori di velocità eletttronici,autovelox.Ma per caso le istituzioni hanno stretto un patto con le pompe funebri!!!A loro dico,buttate voi il sangue e muovetevi nell'ingegnarvi Per risolvere questo massacro.!!!!Sanzionate più che potete chi sta'al telefonino in macchina!Invece Di pensare ad arricchirvi ,pensate a essere politici che risolvono i problemi,perché un giorno potrebbe capitare a voi di perdere un figlio,un parente in questo modo! Rispondi a Angelo