Il caso

Cgil Bat, solidarietà alla segretaria della Filcams aggredita a Bisceglie

D’Alberto e Prasti: “Brutto episodio che condanniamo fermamente. Intervenga il Prefetto”

Cronaca
Bisceglie martedì 14 gennaio 2020
di La Redazione
Cgil BAT
Cgil BAT © nc

“La Cgil Bat e la Filcams Bat esprimono la propria solidarietà alla segretaria provinciale della Filcams, Anna Caputi, per l’aggressione fisica e verbale subita ieri mattina, 13 gennaio, mentre accompagnava a lavoro due addetti alla macelleria all’interno del Penny Market di Bisceglie”. È quanto affermano Biagio D’Aberto, segretario generale della Cgil Bat e Tina Prasti, segretaria generale della Filcams Cgil Bat.

“I lavoratori, dipendenti della Makli sas, società che gestisce il reparto esternalizzato della macelleria nel Penny, rientravano da un periodo di malattia e sono stati accompagnati dalla sindacalista a lavoro, al loro arrivo hanno trovato una persona che gli riferiva che, per disposizione del titolare della Makli, non potevano rientrare a lavoro. Nel frattempo sono arrivati sul posto l’amministratore delegato della Makli e suo padre, titolare dell’azienda, quest’ultimo ha offeso e aggredito fisicamente la segretaria della Filcams, Anna Caputi. Sono interventi i carabinieri e la sindacalista si è recata al pronto soccorso”, ricostruiscono i due sindacalisti.

“Un brutto episodio che condanniamo fermamente. Se ci sono problemi (come sembra che ci siano in questo caso) non si affrontano certamente in questa maniera, bensì sedendosi attorno ad un tavolo e trovando in sede opportuna di contrattazione la quadra. Auguriamo alla segretaria Caputi di rimettersi al più presto e di continuare, certi che lo farà, con sempre più forza e determinazione la sua azione in difesa dei diritti dei lavoratori. Inoltre, oltre all’iter che la giustizia farà visto l’intervento dei Carabinieri e la denuncia fatta, chiediamo anche l’interessamento del Prefetto della Bat in questa spiacevole vicenda”, concludono D’Alberto e Prasti.

Lascia il tuo commento
commenti