L'intervento

​Boccia riceve il premio internazionale "Nassiriya per la Pace​" e ricorda Carlo De Trizio

Il Ministro: «Dobbiamo essere sempre grati ai nostri soldati. Italia orgogliosa del loro impegno»

Cronaca
Bisceglie martedì 12 novembre 2019
di La Redazione
Boccia riceve il premio internazionale
Boccia riceve il premio internazionale "Nassiriya per la Pace​" © n.c.

"Il premio internazionale Nassiriya per la Pace e la legalità è stata l'occasione per abbracciare a distanza, e con immenso affetto, i ragazzi italiani vittime dell'attentato di domenica in Kurdistan, a nord dell'Iraq, e tutti i nostri soldati che accanto a loro fanno un lavoro quotidiano straordinario. L'Italia è orgogliosa del loro impegno". Così il Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, ricevendo a Camerota (SA) il Premio internazionale Nassiriya per la Pace e la legalità, alla presenza dei rappresentanti di tutte le Forze Armate, dei sindaci del Cilento e del presidente del Parco Nazionale del Cilento, Tommaso Pellegrino.

"Il nostro pensiero immediato - ha continuato Boccia - è andato inevitabilmente a quella tragica giornata del 12 novembre 2003. A Nassiriya morirono 28 ragazzi, 19 italiani, 12 di loro erano carabinieri. Oggi li abbiamo commemorati e abbiamo ricordato il loro esempio ai tanti ragazzi presenti e alle loro famiglie. Il nostro pensiero più affettuoso e la nostra gratitudine va alle loro famiglie, ai genitori di Pietro Petrucci, oggi qui con me al Santuario dell'Annunziata di Camerota, di Carlo De Trizio, originario della mia Bisceglie e scomparso con Pietro in quella tragica giornata. Lo Stato sarà sempre con voi e vi dirà sempre grazie".

Intanto, proprio oggi, martedì 12 novembre, Bisceglie celebra il ricordo delle vittime delle missioni di pace italiane.

Lascia il tuo commento
commenti