Il caso

Spina: «Il Tar vuole vederci chiaro su un nuovo centro commerciale a Bisceglie»

L'ex Sindaco attacca: «Cimabue-Angarano ne ha fatto un’altra delle sue?»

Cronaca
Bisceglie lunedì 09 settembre 2019
di La Redazione
Il dispositivo del Tar
Il dispositivo del Tar © n.c.

«In data 7 settembre, il TAR Puglia ha ritenuto rilevanti delicate questioni di regolarità urbanistica e ha inteso approfondire la situazione della nuova struttura commerciale (nella zona che va verso Trani, ndr)».

A darne notizia è il Consigliere comunale di opposizione, Francesco Spina.

«Chi investe a Bisceglie - sottolinea l'ex Sindaco - trova purtroppo un sindaco indeciso che “fa una cosa e ne sbaglia due”. In 12 anni non ho mai tagliato nastri alle inaugurazioni di strutture private imprenditoriali, perché l’istituzione comunale e il sindaco devono rimanere sempre distinti dall’imprenditore privato: è vero che di nastri ne tagliavamo tanti, ma riguardavano le innumerevoli opere pubbliche comunali inaugurate quasi quotidianamente. Se Il Tar Puglia dovesse accertare che le autorizzazioni comunali relative alla struttura sono state rilasciate in violazione delle norme urbanistiche, ci troveremmo, per la prima volta nella storia di Bisceglie, nella situazione di un Sindaco che inaugura direttamente un’opera privata, per di più abusiva. Cimabue-Angarano ne ha fatto un’altra delle sue?».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Nico quarta ha scritto il 09 settembre 2019 alle 10:39 :

    Siete tutti uguali....con il prete a benedire la rotatoria piu piccola del mondo...al taglio nastro di birrerie ecc.ecc Rispondi a Nico quarta