L'evento

A Bisceglie le reliquie e il busto contenente la massa corporea di Sant’Antonio da Padova

Il sindaco Angarano: “Un grandissimo onore e un’immensa gioia poter accogliere le reliquie venerate in tutto il mondo, anche da suor Lucia di Fatima e a Buenos Aires da Papa Francesco”

Cronaca
Bisceglie sabato 13 luglio 2019
di La Redazione
L'arrivo delle reliquie di Sant’Antonio da Padova
L'arrivo delle reliquie di Sant’Antonio da Padova © n.c.

Ieri pomeriggio sono arrivate nella nostra Città, direttamente da Padova, le reliquie di Sant’Antonio, accolte all’ospedale “Vittorio Emanuele II” dal Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano, dal Rettore della Confraternita del Santissimo Salvatore, Don Antonio Antifora, dal Priore Giacomo Mastrapasqua e dai fedeli. L’evento ha dato così avvio alla peregrinatio e ai solenni festeggiamenti nella nostra Città, quest’anno posticipati a luglio proprio in occasione della presenza straordinaria del Busto contenente la massa corporea di Sant'Antonio da Padova, unitamente ad una costola fluttuante.

Dopo un momento di preghiera e accoglienza nella cappella del nosocomio, tenuto da Don Gabriele di Paola alla presenza dei Padri Conventuali della Basilica di Sant'Antonio di Padova, le reliquie hanno fatto il giro di tutte le stanze dell’ospedale, accompagnate dall’offerta del pane benedetto.

“Per la nostra Città è una gioia immensa e un grandissimo onore poter ospitare le reliquie di Sant’Antonio, venerate in tutto il mondo, anche da suor Lucia di Fatima e a Buenos Aires dal cardinal Bergoglio, oggi Papa Francesco”, ha sottolineato il Sindaco Angarano. “Accogliere il busto è stato emozionante, siamo felici di poter dare ai moltissimi fedeli e devoti della nostra Città, ma anche di quelle viciniore, la possibilità poter pregare sulle reliquie di Sant’Antonio”.

La giornata di ieri si è chiusa con la veglia di preghiera nella basilica Concattedrale, dopo la celebrazione eucaristica presieduta da Mons. Leonardo D'Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie. Oggi il busto con le reliquie del Santo, accompagnato dai Padri e una delegazione di sodali di Bisceglie, farà visita agli ospiti di “Universo Salute - Opera don Uva” e dei centri anziani "Storelli", "Villa Veneziani” e "Villa Santa Caterina" per vivere un momento di preghiera. Nel pomeriggio, alle ore 18.30, solenne celebrazione eucaristica alla chiesa del Santissimo Salvatore, che segue un salto nel Medioevo con figuranti in costume. Domenica il clou dei festeggiamenti, con la messa alle ore 17 e, a seguire, alle 18.30, la solenne processione e l’imbarco del simulacro sui motopescherecci “Battista” e “Sant’Antonio”, degli armatori fratelli Dell’Olio. Alle 23 spettacolare fuoco pirotecnico. Le reliquie resteranno in Città fino a domenica sera. Lunedì 15 luglio, alle ore 19.30, sarà poi la volta del corteo storico e della rievocazione della vita del Santo, con partenza dal castello svevo angioino.

Lascia il tuo commento
commenti