Il caso

​Nel Modo Giusto: «Altro che città turistica, sarà un'estate sottovuoto spinto»

La nota del movimento politico che censura la programmazione estiva del Comune

Cronaca
Bisceglie mercoledì 12 giugno 2019
di La Redazione
Palazzo di città
Palazzo di città © BisceglieLive.it

Nel Modo Giusto, analizza quella che dovrebbe essere "BISCEGLIE SULL'ONDA 2019", e critica la "limitatezza” degli eventi estivi ad oggi messi in programma dall’amministrazione comunale e non comprende, ancora, alcune scelte effettuate.

«Saranno stati il caldo, i problemi di bilancio, le feconde esperienze delle varie deleghe, l'affannoso tentativo di rifacimento delle piste ciclabili, la lungimiranza della maglia 165, la creazione di intergruppi tecnici - si legge nella nota diffusa dal Movimento "Nel Modo Giusto" -, eppure l'Amministrazione della “SVOLTA" inaugura la sua prima estate con un bel SOTTOVUOTO SPINTO.

Si tratta ad oggi di un calendario povero, senza luci, con scarsezza di eventi culturali, che però potrà ben spiegare l’assenza di turisti e la tentazione dei Biscegliesi a spostarsi da altre parti.

Dalla recente delibera di Giunta inoltre, si apprende che delle "QUATTRO" proposte, solo due otterranno un contributo dal Comune. Ciò che non si capisce leggendo l’atto di Giunta solo le motivazioni per le quali i contributi andranno solo alle Associazioni che provengono da fuori Bisceglie. Con quali criteri sono state giudicate meritevoli le due proposte da finanziare? Su quali basi è stato deciso di non contribuire agli aventi proposti dalle due associazioni di Bisceglie?

Siamo lontani pertanto anni luce dalla “Bisceglie città turistica”, propagandata, soltanto a parole e non con i fatti, dai nostri attuali amministratori. Caparbiamente e presuntuosamente, l’Amministrazione continua a sbagliare, incurante di futuri insuccessi ma soprattutto dei danni di immagine per la nostra Città e dei danni economici per gli operatori.

La situazione si ripresenta sempre uguale: non si programma con anticipo, non si attua nessun tipo di innovazione, non esiste un ufficio turistico con personale multilingue, non esiste una “App” da scaricare sul cellulare.

Praticamente, assenti sul web e quindi "invisibili”. Come dire cioè che mentre altri Comuni sul turismo viaggiano su super jet, Bisceglie è ancora ferma all’antico calesse trainato dal mulo. Ancora complimenti alla SVOLTA e buona estate a tutti

Lascia il tuo commento
commenti