Il caso

​Fontanina di via Marsala, i 5 Stelle chiedono sicurezza per la salute pubblica

La fontana è chiusa dallo scorso 20 febbraio

Cronaca
Bisceglie mercoledì 13 marzo 2019
di La Redazione
Fontanina di via Marsala
Fontanina di via Marsala © n.c.

«A quanto pare, vige ancora il “divieto di utilizzo dell'acqua della fontanina pubblica sita in Bisceglie alla via Marsala angolo via San Lorenzo, fino al ripristino delle caratteristiche di potabilità dell’acqua”. Tale divieto è stato notificato con ordinanza sindacale “00026” del 20/02/2019 e ad oggi, 13 marzo 2019, la fontanina è ancora chiusa».

A sottolinearlo, in una nota, sono i vertici del Movimento 5 Stelle di Bisceglie.

«Nella ordinanza sindacale, si legge anche - prosegue la nota - che la chiusura della fontanina sì è resa necessaria dopo che “in data 15/02/2019 il laboratorio di analisi dell'ARPA Puglia - Dip. prov. Bari ha trasmesso la comunicazione di esito sfavorevole per presenza di coliformi totali (80 UFC/100) nel campione di acqua utilizzata a scopo potabile, prelevato presso la fontanina pubblica sita in Bisceglie alla Via Marsala ang. Via San Lorenzo”.

Ciò che sfugge è il come si sia giunti all'intervento dell’ASL e dell’ARPA Puglia. Sono stati segnalati casi di malessere dai residenti in zona, tali da spingere l’ASL a richiedere l’intervento dell’ARPA Puglia? Se la contaminazione c’è, è relegata solo all'acqua della fontanina? Quando è avvenuta la contaminazione? A che altezza del sistema di condotte? Le acque del circondario della fontanina sono sicure? Sono stati fatti esami a campione sull'acqua dei rubinetti degli utenti?

Non si vuol generare allarmismo, si vuol sostenere un diritto fondamentale, costituzionalmente sancito: il diritto alla salute. Invitiamo pertanto l’Amministrazione Comunale a relazionare sullo stato dei lavori e sulle eventuali cause accertate di tale contaminazione».

Lascia il tuo commento
commenti