Il fatto

Peschereccio in avaria nella notte, scatta l'operazione di salvataggio

L'imbarcazione è stata rimorchiata nel porto di Bisceglie

Cronaca
Bisceglie giovedì 10 gennaio 2019
di La Redazione
Una motovedetta della Guardia costiera
Una motovedetta della Guardia costiera © Palma Salvemini

Disavventura a lieto fine per un peschereccio nella notte tra martedì e mercoledì.

La sala operativa della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Molfetta ha ricevuto una segnalazione dalla torre di controllo dell’aeroporto di Bari Palese, riguardante l’avvistamento di un razzo rosso di emergenza, apparentemente lanciato dal mare al largo del porto di Giovinazzo. Subito si è messa in moto la macchina dei soccorsi con l'uscita in mare della motonave M/V CP 309 della Capitaneria di Porto di Bari, per la ricerca dell’unità presumibilmente in pericolo. Già nelle prime fasi della navigazione, l’equipaggio della motovedetta ha notato il lancio di un altro razzo rosso di segnalazione, a conferma che qualcuno si trovasse in difficoltà.

Procedendo quindi a tutta forza nella direzione da cui era stato visto provenire il razzo, in breve tempo la motovedetta ha intercettato a un miglio nautico e mezzo al largo del porto di Giovinazzo un motopeschereccio in avaria, con l’impianto elettrico in black-out totale, e quindi impossibilitato sia a navigare autonomamente, che ad effettuare comunicazioni radio. Accertato il buono stato di salute dei due membri dell’equipaggio, la motovedetta è rimasta in assistenza per evitare qualsiasi situazione di pericolo, mentre l’unità in avaria è stata presa a rimorchio da un altro motopeschereccio, nel frattempo dirottato in zona; procedendo a bassa velocità, con il favore di condizioni meteo-marine ottimali, il convoglio ha raggiunto il vicino porto di Bisceglie intorno alla mezzanotte, dove il motopesca in avaria ha ormeggiato in sicurezza, per ricevere le manutenzioni necessarie.

Lascia il tuo commento
commenti