Il caso

Nuovo ufficio di staff al Comune, l'interrogazione di Spina

La nuova figura coordinerà il lavoro della segreteria del dirigente della Ripartizione Servizi e Patrimonio

Cronaca
Bisceglie martedì 04 dicembre 2018
di La Redazione
Il Palazzo di città di Bisceglie
Il Palazzo di città di Bisceglie © n.c.

«Dopo aver confermato i suoi stipendi, dopo aver potenziato economicamente l'ufficio di Gabinetto (80.000 euro solo per Capo di Gabinetto e Portavoce), la fervida fantasia di Angarano & co. ha portato alla "creazione" di un nuovo ufficio di staff e di segreteria del dirigente della Ripartizione Servizi e Patrimonio».

Nuovo durissimo affondo del Consigliere comunale di opposizione Francesco Spina contro la gestione amministrativa del Sindaco Angelantonio Angarano e della sua giunta comunale.

«Dopo aver nominato con relativi compensi - scrive Spina - una commissione esterna per la scelta di due nuovi dirigenti, tali procedimenti sono stati "congelati". Si è preferito, invece, costituire questo nuovo staff con a capo il signor Antonio Baldini, candidato nelle liste di Angarano, che dovrà sdoppiarsi tra le funzioni amministrative relative all'igiene urbana e la guida del nuovo staff. Insomma, dopo l'ottavo assessore (Mauro Di Pierro), vecchio sostenitore di Angarano nel Partito democratico, per la logica della "equa spartizione assessorile", viene ora nominato capo dello staff del dirigente, pagato con le indennità di cui all'Art.24 e seguenti del CCNL (Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro), il signor Antonio Baldini, di cui non comprendiamo i meriti tecnici e i presupposti giuridici per tale nomina. Sarà lui il nuovo assessore in quota al vicesindaco e assessore all'igiene urbana "Consiglio 2.0"? Naturalmente su questa ennesima grossolana decisione non potevo non presentare una interrogazione politica ad Angarano & co.».

Lascia il tuo commento
commenti