Il lutto

​L'ultimo sorriso di Nicola Di Pilato​, il dolore degli amici

Si è spento a soli 59 anni il parrucchiere molto amato dai biscegliesi

Cronaca
Bisceglie lunedì 17 gennaio 2022
di La Redazione
​L'ultimo sorriso di Nicola Di Pilato​, il dolore degli amici
​L'ultimo sorriso di Nicola Di Pilato​, il dolore degli amici © n.c.

Tantissimi i messaggi di cordoglio a Bisceglie per la prematura scomparsa oggi di Nicola Di Pilato, 59enne barbiere molto conosciuto in città. Il suo esercizio commerciale in corso Sergio Cosmai è sempre stato frequentatissimo proprio per le qualità umane di Nicola. Un uomo solare, sempre disponibile e sorridente.

I funerali si terranno domani, martedì 18 gennaio, alle 9.30, nella chiesa di San Pietro.

Abbiamo scelto un paio di lettere-testimonianza.

«Ho 44 anni e sono mamma di Francesco, un bimbo di 10 anni. Bellissimo...e autistico. 

Nel salone di parrucchiere per uomo di Nicola siamo entrati la prima volta per caso. Non avevamo trovato posto nel "solito", poco lontano. E così siamo entrati da lui. 
In attesa del nostro turno, Francesco aveva le sue solite manifestazioni di impazienza, di "stranezza": saltellava, agitava le mani, emetteva suoni e stereotipie vocali che di fatto preannunciavano il solito "show". Non mi voglio sedere, non voglio la mantellina, non voglio stare fermo, non voglio tagliare i capelli...e così, fino allo sfinimento. Quante volte sono uscita da altri saloni prima che il nostro turno arrivasse, stanca di aspettare, stanca di tenere buono Francesco..tante, davvero tante. 
Anche quella volta, ero lì lì per pronunciare il mio solito discorsetto "Ci scusi, non è colpa sua, meglio se andiamo via"...ma non feci in tempo. Nicola si libero', si giro' a guardarci, fece un sorriso e disse "Vieni bello, vieni...facciamo subito subito!". E, senza bisogno che io dicessi nulla, preparò un tablet con tanti video e lo porse a mio figlio. Che, sorpresa assoluta, si sedette senza fare storie. 

Non voglio dire che fu una passeggiata. Nicola si adatto' a lavorare con un bambino che non voleva la mantellina; che restava fermo solo pochi minuti; che doveva seguire con le forbici in acrobazie assurde per tentare di fare il suo lavoro senza fargli e farsi male. Ma lo fece sorridendo, e parlando con dolcezza a Francesco: "dai dai dai che abbiamo finito...e hai ragione allo zio, hai ragione...un altro po' di video e finiamo!".

Dopo quella, tante altre volte siamo tornati da Nicola. Per Francesco, per mio marito (diventato cliente anche lui), per il secondo bambino che nel frattempo era arrivato. E per Francesco c'era sempre lui: "preferisco fare io...oh signo', i ragazzi sono bravi però". E io, per scherzare: "Nicola, e allora fatevi dare voi una spuntatina da uno di loro!". E lui rideva. 

La notizia che ho ricevuto poco fa mi addolora, e mi fa rabbia. Ma tanta rabbia. Perché una persona così dovrebbe essere "esonerata" dalla tanta cattiveria di cui la vita, parola mia, è capacissima. E invece no.

Alla famiglia, al figlio che era a Bologna e di cui Nicola parlava con orgoglio a me (mezza bolognese come lui), vorrei dire che di Nicola, nel cuore e nel ricordo, resta questo ritratto. Una silloge preziosa, che racconta la semplice straordinarietà di un uomo perbene. 

Se qualche contatto biscegliese potesse farlo arrivare alla famiglia sarei grata di questo. 

Ciao, Nicola. Riposa in pace.
Rossella, Francesco, Federico, Pierpaolo»

La seconda è la seguente:

«Mi fermo per il caffè del pomeriggio, ma oggi come da qualche mese a questa parte, c'è qualcosa di strano nell'aria.  Quell' insegna che riporta il tuo nome oggi vorrei distruggerla, tirarla via per il dolore e la rabbia. 25 anni son passati da quando per la prima volta ho varcato la soglia della tua attività e da allora di acqua sotto i ponti ne è passata davvero tanta.
Ho conosciuto tutto di te e viceversa, non ho mai ricevuto un no quando ti chiedevo delle cose un po' insolite ad orari strani e lo facevi sempre con i modi gentili facendo sentire tutti i tuoi clienti parte della tua vita....perché tu eri così con tutti.

Sempre attento alle vicissitudini di Domenico e Lucrezia, una presenza sempre apparentemente distante  quanto presente pronto ad aiutarli in tutto. Il sabato mattina il rituale della barba da Nicola, quando dopo pochi minuti la domanda sul " dove vai a ballare stasera Nicó?"  era scontata. I teatrini con Leo Matteucci Barber  che tanto stimavi, i dibattiti politici (mocch a ta e i 5 stelle), la classica domanda ...da quanto non mi vedessi con Riccardo. Ricordo, quasi l'avessimo costruita noi, quando mi parlavi della villa e di tutti i lavori che ci facevi e quanto ti piaceva abitarci. Poi un dolore di testa e non ti ho più visto. Mi rende davvero una persona triste e inerme davanti a tanto dolore e mi ritrovo a scrivere queste righe mentre non riesco a non piangere per te . Quella strada non sarà più la stessa»

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gaetano Picierro ha scritto il 20 gennaio 2022 alle 21:24 :

    Mi tagliavi i capelli quando ero ragazzino… poi sono partito ma anche vivendo fuori quando tornavo non potevo mancare di venire da te… mi hai visto bambino e poi uomo… sei un pezzo de mio mondo che non c’è più! Ciao Nicola. Rispondi a Gaetano Picierro

  • pierangelo tedeschi ha scritto il 19 gennaio 2022 alle 20:49 :

    Condoglianze a tutti i parenti. R. I. P. Nicola Rispondi a pierangelo tedeschi

  • felice.pizzi.378 ha scritto il 19 gennaio 2022 alle 15:37 :

    Ho un ricordo di Nicola di 30 anni fa cittadino esemplare e molto brioso., Rispondi a felice.pizzi.378

  • Patrizio Di pilato ha scritto il 19 gennaio 2022 alle 10:11 :

    Riposa in pace Nicola. Il mio parrucchiere da oltre 30 anni. Rispondi a Patrizio Di pilato

  • Enzo ha scritto il 19 gennaio 2022 alle 10:08 :

    Ciao Nicola.. Il creativo del capello come ero solito chiamarti..Ti mi rispondevi con un sorriso che porterò sempre tra i miei ricordi Rispondi a Enzo

  • Vito Morgigno ha scritto il 18 gennaio 2022 alle 21:38 :

    ADDIO NICOLA...PERSONA SUPER..!! PERCHÉ LA VITA È FATTA COSÌ... LE PERSONE CATTIVE E FALSE NN LE VUOLE IL PADRE ETERNO. Rispondi a Vito Morgigno

  • Salvatore visaggio ha scritto il 18 gennaio 2022 alle 17:01 :

    Addio nicola mi dispiace molto Rispondi a Salvatore visaggio

  • Francesco Di liddo ha scritto il 18 gennaio 2022 alle 06:25 :

    Che dire,,,,,,,strano il nostro destino di noi umani,,,,,,, nessuno sa cosa ci potrà accedere domani,,,,,,, purtroppo è così,ne abbiamo un esempio del nostro caro Nicola,,,,,, Portiamo avanti il suo credo,,,,,, Essere gentili e con tutti e disponibilità con il mondo. Che tu sia benedetto ciao Nicò Rispondi a Francesco Di liddo

  • Domenico Pasculli ha scritto il 17 gennaio 2022 alle 22:19 :

    Eri una brava persona,ti ricorderò sempre per la tua allegria che non ti lasciava mai..riposa in pace Nicola.. Rispondi a Domenico Pasculli

  • Sergio Gramegna ha scritto il 17 gennaio 2022 alle 21:10 :

    Ho avuto il piacere di conoscerlo x caso e confermo tutto ciò che amici e conoscenti dicono di lui. Bravissimo in tutto, addolora tutti. 🙏R.I.P.🙏Nicola🙏🌹🙏 Rispondi a Sergio Gramegna

  • Gerom ha scritto il 17 gennaio 2022 alle 17:50 :

    Nicola, un uomo per bene. Sono molto triste. Ciao nicola Rispondi a Gerom