Il fatto

​Ora insegnerà musica agli angeli, si è spenta a 62 anni la professoressa Luisa Rana

Il ricordo commosso di amici e colleghi che l'hanno conosciuta

Cronaca
Bisceglie lunedì 25 gennaio 2021
di Pinuccio Rana
​Si è spenta a 62 anni la professoressa di musica Luisa Rana
​Si è spenta a 62 anni la professoressa di musica Luisa Rana © BisceglieLive.it

Si è spenta all'età di 62 anni, a causa di una dolorosa malattia, la professoressa di musica Luisa Rana. Persona conosciutissima da intere generazioni di studenti biscegliesi, la sua prematura scomparsa ha destato grande commozione in città. Domani, martedì 26 gennaio, alle 8.30 presso il Cimitero comunale ci sarà solo la benedizione della salma. 

Figlia di Peppino Rana, noto commerciante di motoagricole, ha dedicato la sua vita alla musica e a fare del bene. Da ragazza è stata fervente animatrice dell’azione Cattolica giovanile. Alunna devota del professor Gigante, si è diplomata in pianoforte e ha iniziato a insegnare giovanissima, a 19 anni, quando le classi erano tutte maschili e lei, a volte coetanea dei suoi stessi alunni, dovette sperimentare fin da subito che la didattica si fa sul campo: con passione e tenacia.

Trasformava l’ora di musica in un momento di socializzazione, di inclusione. Prendeva tutti i suoi alunni a cuore, se li portava a casa dove c’era, anche negli ultimi tempi attraverso i nuovi strumenti di teleconferenza, un andirivieni di ragazze e ragazzi che attraverso la musica trovavano una parte di sé. Era un uragano di energia, sempre sorridente. Docente presso la scuola “Riccardo Monterisi”, ha anche animato la vita parrocchiale di tante comunità. 

Negli ultimi anni aveva contribuito alla nascita dell’Accademia Biagio Abbate. Era socia dell’Anteas: con i volontari aveva trasformato l’attività del coro in una vera e propria musicoterapia per gli anziani delle case di cura, la chiamava la terapia del sorriso. Negli ultimi due anni accompagnava al pianoforte anche il New Chorus: tra le ultime esibizioni si ricorda quella in occasione della festa dei Santi patroni nel 2019. Con i suoi figli e i suoi fratelli condivideva l’amore per l’arte, la musica e il creato.

Il ricordo di amici e colleghi.

Prof.ssa Cecilia Gigante. “Ho conosciuto e frequentato Luisa da adolescente perché è stata allieva di pianoforte di mio padre. Abbiamo suonato anche tante volte insieme. La ricordo con affetto sempre molto attiva ed energica, di grande sensibilità. La sua emozione era palpabile nell’approcciarsi alla realtà quotidiana e si lasciava sempre coinvolgere in tutte le esperienze musicali. Luisa ha coltivato con rigore ed entusiasmo la sua professione di docente con la giusta vicinanza agli alunni”.

Dott. Mauro Dell’Olio. “Luisa Rana sempre disponibile, attiva, instancabile, generosa con tutti; con Luisa ho condiviso tante esperienze musicali, in varie manifestazioni e concerti, sempre con una sua particolare attenzione alla vita associativa, insieme al caro consorte Sante,  che abbraccio, presidente storico del nostro sodalizio lionistico. Mi piace ricordarla con delle foto dei nostri concerti a quattro mani, ed il tenero ricordo della attività musicale svolta anche al servizio degli altri musicisti come Marco”.

M° Benedetto Grillo. “Luisa Rana è stata una musicista ed un punto di riferimento per tanti giovani ragazzi che si avvicinavano alla musica e per tanti meno giovani che amavano cantare. Ho avuto modo di poter collaborare con lei  ed ho potuto apprezzare le sue qualità artistiche oltre che umane nell’essere Sempre disponibile anche nell’intraprendere sfide artistiche nuove e con una certa intensità artistica senza mai cercare le luci della ribalta. La triste notizia della sua dipartita è per me più dolorosa in quanto amico d’infanzia di Marcello e Grazia a cui sono molto vicino in questo triste momento insieme al resto dei familiari. Mi piace ricordarla con le parole di un grande musicista quale Ezio Bosso: “Il tempo è un pozzo nero. E la magia che abbiamo in mano noi musicisti è quella di stare nel tempo, di dilatare il tempo, di rubare il tempo. E la musica, tra le tante cose belle che offre, ha la caratteristica di essere non un prodotto commerciale, ma tempo condiviso. E quindi in questo senso il tempo come noi lo intendiamo non esiste più”. Ciao Luisa

Prof.ssa Giangaspero Anna Maria. “Mia cara Luisa i tuoi occhi dolci e trasparenti li ho davanti a me ancora ora cm quando abbiamo condiviso incontri ed attività scolastiche nella semplicità ed eleganza che ci hanno contraddistinto. Tanti confronti e tante emozioni mi tornano in mente. Ci siamo intese anche solo con lo sguardo e poi con i fatti. Ho avuto la fortuna di conoscere i tuoi meravigliosi figlioli ai quali resto legata e, li rivedo ancora la tra i banchi di scuola come se il tempo non si fosse fermato. Mi dispiace per la tua prematura dipartita anche se, serena del fatto che hai smesso di soffrire. R.I.P. amica mia”

M° Marzia Pedone. “LUISA RANA dotata di una  spiccata  sensibilità d animo e raffinatezza   è stata docente di Educazione musicale presso la scuola secondaria di 1 grado  R. Monterisi. Pianista , direttore di coro, Autrice di un metodo di educazione musicale  per disabili ad indirizzo terapeutico. Ha portato avanti un progetto di musica e canto con l’Associazione  Anteas a Bisceglie in Attività di volontariato . Ha accompagnato al pianoforte nel 2019 il New Chorus curandone gli arrangiamenti pianistici. Con lei   perdiamo  una  donna e docente   eccezionale”.

Dott. Tommaso Fontana.” Luisa Rana era una donna che  cercava nella vita di non evitare ostacoli, ma di affrontarli con  impeto e coraggio. Musicista sensibile e dai toni delicati ed evocativi era sempre pronta a mettere la sua capacità artistica a disposizione di quanti la chiedessero con puro spirito di ampia donazione di sé. Aveva il senso profondo della famiglia e la dolcezza di una madre affettuosa e presente oltre ogni impegno professionale. Aveva la dono del sorriso con cui si avvicinava al prossimo per poterlo condividere con sincera emozione”.

Suor Martha Mariani. “La sua vita per sempre è un dono. Il suo coraggio, la sua pazienza e il suo amore alla donazione di vita per il Signore e per gli altri.. È sempre accesa la candela di fede e di amore. Mi diceva molto spesso  "Sia fatta la tua volontà ".  Ti porto nel cuore..nella vita di preghiera e di donazione”.

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento
commenti