Una delle mine trovate al porto di Molfetta esploderà a Bisceglie

Non è stato possibile bonificare le mine in mare in quanto si tratta di bombe al fosforo, in grado di annientare la vita marina degli ambienti circostanti.

Attualità
Bisceglie lunedì 18 maggio 2009
di Serena Ferrara
© molfettalive.it

Brillerà martedì mattina 19 maggio presso una cava di calcare in località “Piscinelle”, una delle 50 mine d’aereo risalenti alla seconda guerra mondiale e rinvenute a Molfetta durante i lavori di costruzione del nuovo porto commerciale.

Non è stato possibile bonificare le mine in mare, come di consueto avviene, in quanto si tratta di bombe al fosforo, in grado di generare energia termica a livelli sufficienti ad annientare la vita marina degli ambienti circostanti.

Le operazioni di dispolettamento e brillamento dell’ordigno saranno compiute dal personale dell’11 Guastatori di Foggia, previo allontanamento delle persone e interdizione alla circolazione della zona di pericolo nel raggio di 400 metri.

Le operazioni di evacuazione saranno condotte in collaborazione con la Protezione Civile di Bisceglie, mentre la ASL provvederà ad allestire un presidio sanitario per eventuali ammalati ed un centro di raccolta per ospitare le persone interessate all’evacuazione. Il traffico di mezzi e persone nella “danger zone” potrà tornare a scorrere regolare solo dopo le ore 16,00.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • dynema ha scritto il 22 maggio 2009 alle 14:26 :

    Il problema mi pare piu' quello di dove devono farle bruciare che della pericolosita' in se e per se... Il mare è nostro, il territorio è nostro, la salute è nostra e dato che la cosa è seguita da ARPA e ICRAM mi pare che possiamo pensare di stare tranquilli sul problema ambientale...e poi mica possiamo lasciarle la', se si dovessero rompere gli involucri non sarebbe solo un problema di Molfetta Rispondi a dynema

  • uannah ha scritto il 21 maggio 2009 alle 14:57 :

    Sn di Molfetta e vorrei dire ke esiste anche molfettalive,dove viene spiegato ke questo tipo di bomba deve essere brillato in cava perchè in mare è molto pericoloso per la fauna (in pratica distrugge tutto).In cava,invece,nn succede niente,perchè il fosforo bianco a contatto con l'ossigeno si distrugge.Ciò ke rimane è una carcassa di metallo.Poi,se riuscite a trovarmi una cava utilizzabile allo scopo a Molfetta,vi ringrazio Rispondi a uannah

  • ares_22 ha scritto il 18 maggio 2009 alle 17:58 :

    nn vorrei sembrare inopportuno, ma perchè gli ordigni ritrovati a molfetta li fanno detonare a bisceglie???...il comune è a conoscenza di tutto ciò?..o come al solito è rimasto all'oscuro di tutto???..mah Rispondi a ares_22

  • ienabisc ha scritto il 18 maggio 2009 alle 14:42 :

    vabbè, è una zona disabitata e verrà fatta brillare in una grotta di calcare... quindi non ci saranno problemi alla nostra salute. Piuttosto non capisco perchè una bomba trovata a Molfetta deve scoppiare a Bisceglie!! le scoppiassero al paese loro! Rispondi a ienabisc

  • barrett1982 ha scritto il 18 maggio 2009 alle 13:56 :

    Si in effetti vorremmo sapere di piu sulle conseguenze per l'ambiente e quindi anche per la salute delle persone, un'eventuale esplosione emmetterebbe determinate sostanze nell'ambiente...quali sono le controindicazioni????? Rispondi a barrett1982

  • isa69 ha scritto il 18 maggio 2009 alle 11:32 :

    ma per la ns. salute ci sono rischi? o lo sapremo solo tra qualche anno? livello di informazione zero, per ignoranza o per interesse? qualcuno sà o puo rispondere? grazie Rispondi a isa69