Il costo di 3.9 milioni di euro finanziato interamente dalla Regione Puglia

Il cavalcavia sull'Andria-Trani s'ha da fare

La Provincia ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica avviando il relativo iter per la realizzazione dell'opera

Attualità
Bisceglie venerdì 20 novembre 2020
di Michele Lorusso
Sp 1 Andria-Trani
Sp 1 Andria-Trani © AndriaLive

Con il completamento dei lavori di allargamento della Sp 1 Andria-Trani si venne a creare il problema di chi, percorrendo quella strada, doveva raggiungere posti situati nel mezzo del tratto e che erano costretti a percorrere tutta la strada per poi tornare indietro.

Per ovviare a tale situazione era stata prevista la costruzione di un cavalcavia all’altezza della Sp 27 (Corato – Barletta). Ipotesi che fu poi stralciata nel 2016 a seguito del rinvenimento di cavità e di condizioni locali di natura geologica che non ne consentirono la realizzazione così come previsto nel progetto esecutivo di adeguamento della Sp 1.

Problemi che potevano essere superati con l’esecuzione di lavorazioni aggiuntive che avrebbero richiesto l’adozione ed approvazione di una perizia suppletiva e di variante con l’impegno di risorse finanziarie aggiuntive che la Regione Puglia non ha potuto sostenere per l’impossibilità di reperire altre fonti di finanziamento.

Successivamente, invece, l’ente regionale dopo vari solleciti dal settore viabilità della provincia Bat ha autorizzato il finanziamento di 3.9milioni di euro per la realizzazione dell’opera, avviando poi il relativo iter partito con l’approvazione progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Ora, si spera che il tutto si possa concludere quanto prima per porre fine alle numerose problematiche sollevate da chi si trova a dover percorrere più volte al giorno quella strada, allungando di parecchio, per raggiungere posti collocati a qualche centinaio di metri dagli imbocchi della provinciale.

Lascia il tuo commento
commenti