La novità

"Avvistamenti (non) è un Festival" si trasferisce nel Castello di Barletta

La 18esima edizione è in programma dal 27 al 29 agosto

Attualità
Bisceglie mercoledì 12 agosto 2020
di La Redazione
Avvistamenti (non) è un Festival
Avvistamenti (non) è un Festival © n.c.

Il Cineclub Canudo di Bisceglie organizza dal 27 al 29 agosto 2020, nella prestigiosa sede della Piazza d’armi del Castello di Barletta, la diciottesima edizione di Avvistamenti (non) è un Festival, con la direzione artistica di Antonio Musci e Daniela Di Niso.

Questo progetto è realizzato grazie al sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT nell’ambito del programma Italian Council (2020)” e dell’Assessorato alla cultura del Comune di Barletta nel programma di attività Si va in scena, frutto di un bando che il Comune Di Barletta, d'intesa con gli operatori culturali e dello spettacolo della città, ha approvato con l'intento di sostenere le realtà artistiche locali, le imprese culturali e i lavoratori dello spettacolo così pesantemente colpiti dall'epidemia da Covid-19, recuperando le risorse dallo spostamento al 2021 della rievocazione storica della Disfida di Barletta e di numerosi spettacoli della Stagione Teatrale 2020.

L’evento rappresenta il primo passo di una serie di attività dedicate al grande artista Paolo Gioli, che sarà al centro di un corposo progetto espositivo che nel corso del 2020 e del 2021 intende rendergli omaggio, esponendo oltre cento sue opere di diverso formato. Il Cineclub Canudo, infatti, ha presentato il progetto “Paolo Gioli: Antologica/Analogica - L’opera filmica e fotografica (1969-2019)”, a cura di Bruno Di Marino, nell’ambito dell’Avviso pubblico del MIBACT “Italian Council” (8 edizione, 2020), classificandosi al secondo posto. Sono stati finanziati complessivamente 19 progetti in tutta Italia: la nostra candidatura rientra tra le uniche due provenienti dal Sud e tra le sole due mostre internazionali ammesse al finanziamento. Il progetto si svilupperà sia in Italia che in Cina, al Three Shadows Photography Art Center di Pechino, che può vantare la presenza media di mezzo milione di visitatori l’anno nei suoi quasi duemila metri quadri di spazi espositivi.

Per quanto riguarda l’evento di Barletta, il programma sarà incentrato sulla figura di Paolo Gioli, a cui saranno dedicati gli omaggi visivi e sonori del videoartista Igor Imhoff e del compositore Gabriele Panico, nell’ambito dell’ottava edizione della Rassegna di Suoni Immagini #Sonimage.

Il 27 agosto, alle 20.30, in programma due sonorizzazioni, eseguite dal vivo da Gabriele Panico, dei filmPiccolo film decomposto (1986) e Metamorfoso (1991), entrambi di Paolo Gioli, a cui seguirà la proiezione di Film stenopeico (1973-1981-1989), sempre di Gioli.

Il 28 agosto, alle 20.30, si prosegue con la sonorizzazione, eseguita dal vivo da Igor Imhoff, del filmdi Gioli Traumatrografo (1973) e a seguire la performance audiovisiva Hypnogram (Quando l’occhio trema), che propone materiali video e sonori inediti, trattati dal vivo da Imhoff, un chiaro omaggio al film del maestro Gioli, Quando l’occhio trema (1991), che sarà proiettato subito dopo.

Il 29 agosto, alle 20.30, la rassegna si chiude con la performance audiovisiva Ih870 - Sotto Traccia (2020), che vedrà Imhoff e Panico protagonisti di un dialogo serrato tra immagini (del primo) e suoni (del secondo), senza mai perdere di vista il riferimento a Paolo Gioli, di cui, in conclusione, sarà proiettato uno straordinario lavoro in VHS che testimonia l’estrema versatilità di Gioli, vero e proprio alchimista delle immagini in movimento.

Nel corso delle tre serate Igor Imhoff e Gabriele Panico parteciperanno a incontri con il pubblico nel corso dei quali saranno messi a fuoco gli aspetti essenziali del rapporto tra i film del maestro Gioli e le immagini e i suoni appositamente creati per questo omaggio dedicatogli dai due artisti pugliesi, tra i più interessanti nel panorama della sperimentazione audiovisiva contemporanea.

L’evento è gratuito ed è consigliato ad un pubblico adulto, per cui non sarà consentita la partecipazione ai minori non accompagnati.

In ottemperanza alle disposizioni Covid-19 in materia di pubblico spettacolo, gli eventi si svolgono nel rispetto di alcune semplici regole: l’ingresso è previsto per le ore 20.30, con la registrazione degli spettatori, mentre l’inizio degli eventi è previsto per le ore 21. Tutti gli spettatori dovranno essere muniti di mascherina, che potrà essere tolta una volta raggiunto il proprio posto a sedere, mantenendo la distanza di sicurezza.

Tutti gli eventi in programma per Avvistamenti sono gratuiti, ma l’ingresso sarà consentito solo attraverso la prenotazione dei posti all’indirizzo e-mail: sonimage@avvistamenti.it.

È consentito l’ingresso fino a un numero massimo di 120 spettatori, tra cui avranno la precedenza gli spettatori che avranno già provveduto alla registrazione dei propri dati anagrafici via e-mail all’indirizzo sottoindicato.

sonimage@avvistamenti.it
www.avvistamenti.it

Lascia il tuo commento
commenti