E’ stato progettato “Campo città”

La Caritas per i giovani

Il progetto prevede due settimane articolate su due macrotemi: “Ecologia e stili di vita”, dal 3 al 7 agosto, e “Famiglia di famiglie”dal 10 al 14 agosto.

Attualità
Bisceglie venerdì 03 luglio 2020
di La Redazione
Parrocchia San Pietro
Parrocchia San Pietro © bisceglielive

Con grande impegno ed entusiasmo si sono avvicinati alle attività Caritas, rivolte alle fasce più deboli della nostra città nel periodo di lockdown, i giovani, sia provenienti dalle parrocchie sia laici aderenti o no ad altre associazioni. Sono stati accolti con meraviglia e fraternità dai volontari storici. Ed ora il gruppo dirigente della Caritas ha pensato ad una attività “formativa” proprio rivolta a ragazze e ragazzi biscegliesi da 18-30 anni (con possibili eccezioni dai 16 anni in su, previo consenso scritto dei genitori

E’ stato progettato, quindi, “Campo città”,un campo - lavoro di cinque giorni e quattro notti, organizzato in forma residenziale presso il Centro Caritas Cittadino, ex-convento Cappuccini, con lo scopo di rendere i giovani protagonisti consapevoli del proprio territorio.

Il progetto prevede due settimane articolate su due macrotemi: “Ecologia e stili di vita”, dal 3 al 7 agosto, e “Famiglia di famiglie”dal 10 al 14 agosto.

Durante la prima settimana, “Ecologia e stili di vita”, si concentrerà l’attenzione sul tema della solidarietà dal punto di vista dei volontari, di chi si occupa di un progetto, di chi si prende cura del territorio e dell’ambiente.

Nella seconda settimana “Famiglia di famiglie” si analizzerà la solidarietà intrafamiliare,dal punto di vista di chi dona e riceve aiuto, con un focus preferenziale sulle questioni educative e del carcere.

I giovani aderenti saranno impegnati in formazione, lavoro, svago.

La formazione prevede laboratori, testimonianze, incontri di conoscenza del territorio.

Il lavoro riguarda i progetti Caritas già attivi nella struttura: “Recuperiamoci”, “Emporio Eco-Solidale” e “Sartoria Sociale “StorieStoffe”. Possibile anche prevedere interventi di rigenerazione urbana, ad esempio presso la Piazza don Lorenzo Milani antistante la parrocchia di san Pietro.

Lo svago, infine, consiste in attività ricreative di conoscenza reciproca, visita turistica della città, cineforum, passeggiate in bicicletta.

Si prevede un costo di 50 euro (per vitto ed alloggio).

Lascia il tuo commento
commenti