L'evento

​Roma Intangibile ha riaperto le attività sociali e culturali​ a Bisceglie

​La S. Messa nel parco Unità d’Italia​ presieduta da Mons. Ricchiuti

Attualità
Bisceglie domenica 28 giugno 2020
di La Redazione
​Roma Intangibile ha riaperto le attività sociali e culturali​ a Bisceglie
​Roma Intangibile ha riaperto le attività sociali e culturali​ a Bisceglie © n.c.

Alla presenza di numerosissimi soci e di grandi personalità che hanno seguito alla lettera le norme di sicurezza e igieniche anti-Covid, “Roma Intangibile” - S.O.M.S. di Bisceglie, guidata dal Presidente Pasquale D’Addato, ha riaperto le attività sociali e culturali della Città, celebrando la S. Messa nel parco Unità d’Italia, sede del Sodalizio, giovedì 25 giugno 2020.

A officiare il rito sacro è stata Sua Ecc.za Mons. Giovanni Ricchiuti di concerto a Mons. don Antonio Antifora, don Franco Lorusso (vicario zonale) e don Pasquale Quercia.

L’evento è stato organizzato da "Roma Intangibile" in accordo con Protezione Civile e Amministrazione comunale, quest’ultima rappresentata dal sindaco Angelantonio Angarano e dagli assessori Angelo Consiglio, Loredana Acquaviva, Rosalia Sette e Natale Parisi, presenti alla cerimonia.

Dopo l’ultima importante iniziativa che ha prodotto oltre 200 esami sierologici effettuati dai Soci, tutti con esito negativo, sono ripartiti così gli appuntamenti estivi promossi dall’ultracentenario Sodalizio, aprendo a un calendario ricco e innovativo che mescola mutuo soccorso e cultura.

Un parterre d’eccezione ha impreziosito il rito: soci, manger, industriali, autorità militari, associazioni del territorio e la partecipazione straordinaria del Consiglio regionale delle S.O.M.S. di Puglia che riconoscono al lavoro di “Roma Intangibile” un riferimento a livello nazionale.

Ad anticipare la celebrazione, oltre ai saluti del Presidente, sono intervenuti il direttore dell’Ospedale di Bisceglie, dott. Andrea Sinigaglia, peraltro insignito del riconoscimento di Socio d'Onore, l’attore fiction di Rai1 Nicola Losapio che ha declamato uno scritto di Natale Parisi, dedicato a medici e infermieri, dal titolo “Cenni storici ed eroi moderni”, e il poeta Natale Buonarota, già insignito della medaglia d'oro al valore civile, con il pianista Sergio Cangelli nella presentazione del recital "Chissà se lo sai che le rondini continuano a volare".

Ha chiuso il tenore Gianni Mazzone che, oltre ad aver interpretato i canti della celebrazione, ha regalato all’evento una standing-ovation per il suo “Nessun Dorma”.

Il Presidente, in ultimo, ha rinnovato il ringraziamento a tutti i presenti, al regista audio DJ GB (Giambattista dell’Olio), alla socia Lucia Chetta e a tutta la stampa che ha presenziato e diffuso l’evento.

Lascia il tuo commento
commenti