Il caso

No all'inasprimento della pressione fiscale per il commercio su area pubbliche

Incontro Presidente Fiva-Confcommercio con il Vice Ministro Laura Castelli

Attualità
Bisceglie domenica 17 novembre 2019
di La Redazione
Bilancio - tasse
Bilancio - tasse © n.c.

In riferimento alla problematica legata all’art. 97 della legge finanziaria 2020 (nuove tasse per il settore del commercio) ed in relazione a possibili interpretazioni peggiorative del testo, dopo l’incontro con la Viceministro Mef Laura Castelli, arrivano rassicurazioni da parte della Fiva Confcommercio.

«Grazie all’incontro del nostro Presidente Nazionale FIVA Giacomo Errico e del Presidente ANVA Confesercenti Maurizio Innocenti con la Viceministro Mef Laura Castelli, abbiamo scongiurato il pericolo di un ulteriore inasprimento della pressione fiscale per il commercio su area pubblica - commenta Andrea Nazzarini Vicepresidente Nazionale FIVA (Federazione Italiana Venditori Ambulanti) e Presidente Provinciale FIVA Bari – BAT -. Come FIVA Bari - BAT, In particolare, ci stiamo impegnando a seguire con particolare attenzione la situazione relativa all’ipotesi di aumento della tassa di occupazione sul suolo pubblico, restando massimamente vigili. Non abbiamo omesso, altresì, di evidenziare le reali difficoltà della categoria chiamata al rispetto della corretta applicazione dell’invio telematico degli scontrini, collegati alla lotteria e all’utilizzo dei POS. Tali difficoltà solo legate oggettivamente – ha continuato Nazzarini – anche al periodo limitato di tempo in cui l’attività viene svolta, spesso anche in condizioni atmosferiche sfavorevoli che non consentono di espletare al meglio le nuove incombenze”.

Un incontro, quindi, che ha spianato la strada ad ulteriori appuntamenti a breve, utili a definire passaggi più dettagliati a sostegno della categoria degli ambulanti.

«L’incontro si è svolto in un clima molto cordiale e costruttivo. - conclude Nazzarini – e questo lascia sperare bene sulla misura relativa al canone unico per gli ambulanti, contenuta all’interno del Disegno di Legge di Bilancio, per la quale, sono state concordate tecniche migliorative di applicazione della nuova tariffa, allo scopo di ridare dignità all’occupazione ed al lavoro dei nostri imprenditori dei mercati locali».

Lascia il tuo commento
commenti