La novità

​La biscegliese Silvia Piazzolla è sulla rivista Vogue di settembre 2019

Servizio fotografico realizzato dal fotografo pugliese di fama internazionale Joseph Cardo

Attualità
Bisceglie lunedì 16 settembre 2019
di Pinuccio Rana
​La biscegliese Silvia Piazzolla è sulla rivista Vogue di settembre 2019
​La biscegliese Silvia Piazzolla è sulla rivista Vogue di settembre 2019 © Joseph Cardo

La biscegliese Silvia Piazzolla è sulla rivista Vogue di Settembre 2019 e sul sito internet www.taliastjust.com dove c’è un servizio fotografico realizzato dal fotografo pugliese di fama internazionale Joseph Cardo che collabora con grandi aziende editoriali come CondeNast, per testate quali Vogue, Glamour, GQ; ha curato le campagne pubblicitarie per Guess, Borsalino, Armani e molte altre; ha fotografato, sul set, a Los Angeles, una bellezza come Sharon Stone.

Silvia Piazzolla, di professione fa l’avvocato e il mediatore, biscegliese di adozione e (cosa più importante), mamma di due figlie. Questo ci racconta della sua nuova esperienza sul nuovo marchio di abbigliamento Talia St. Just, riportato sul prestigioso e autorevole periodico mensiledel mondo della moda “Vogue” del mese diSettembre 2019.

“Ciò che mi contraddistingue da sempre, nel tempo, è l’istinto verso la valorizzazione del “cambiamento interiore” e la conseguente naturale scoperta di chi siamo e di chi possiamo diventare, assecondando ed esplorando le nostre attitudini e talenti. Un amico, anni fa, mi diceva sempre “Silvia, ognuno di noi è fatto in un modo e non può cambiare!”. Nulla di più sbagliato e deleterio.

La vita è cambiamento e nel cambiamento c’è l’evoluzione; noi rinasciamo ogni giorno così come l’alba preannuncia sempre un nuovo e meraviglioso inizio. Ed è proprio per questo che oggi non siamo ciò che siamo stati ieri e l’oggi rappresenta il terreno fertile di ciò che potremo essere domani. Il cambiamento non deve spaventare e, anche se ci hanno sempre insegnato a temerlo, va perseguito, espressione di libertà personale. Perdonatemi per l’afflato ma quando mi soffermo su questo tema, mi appassiono.

Ed è proprio in linea con quanto vi ho confidato che negli anni ho lottato per scoprire sempre nuove parti di me stessa, anche abbandonandocerti contesti costringenti..

Ho coltivato, così, le mie attitudini e passioni e mi sono occupata di formazione (coach, formatore AIF e ministeriale per gli avvocati, mediatori familiari, civili, formatori in mediazione) sempre valorizzando la persona, la scoperta del suo mondo interiore in relazione agli altri.

Svolgo la professione di avvocato mediatore con una attenzione particolare alla trasformazione del conflitto, cercando di risolverlo anche preferibilmente fuori dalle aule di giustizia.

Da ultimo, una nuova esperienza nata quasi per gioco, galvanizzante, nel magico mondo della moda. Così affido il mio pensiero (possiamo chiamarla umilmente, se siete d’accordo, “filosofia di vita”?) - che sono certa condividere con tante donne come me, professioniste e non, mamme, donne equilibriste nella vita per i troppi impegni a volte subiti, non più giovanissime, donne con solide radici - a Talia St. Just, marchio di abbigliamentoche vuole rappresentare la ‘emersione’ di ognuna di noi dalla propria essenza vitale (con tutto ciò che comporta... consapevolezza interiore, coraggio, libertà di essere se stessa, pensare, agire) così come Talia emerge dal ‘ventre’ primordiale della terra nella foto che la rappresenta.

Oggi Talia St. Just impersona l’afflato rivoluzionario rispetto ad un dover essere, per “essere”.

Esprime ciò attraverso gli abiti che indossa che rappresentano l’essenza e i pensieri di una donna di un futuro attuale più che mai, donna che coniuga l’estrema eleganza con la consapevolezza della sua identità.

Chi è Talia St. Just? Una donna che non rincorre canoni di identificazione, che è fedele a se stessa, che si esprime liberamente con la consapevolezza della sua forza interiore, che vive e opera in relazione e non in contrapposizione agli altri, una donnasenza tempo che non ha paura del tempo che altro non determina se non il consolidamento della sua essenza e della sua forza.

Quindi, cara mia lettrice e lettore (perché no?), SOGNA, CREDI, COGLI, SII”.

Lascia il tuo commento
commenti