L'evento

​“Io te vurria cantà", grande successo per il coro polifonico New Chorus​

L'esibizione durante i festeggiamenti in onore dei Santi Martiri Mauro Vescovo, Sergio e Pantaleone

Attualità
Bisceglie giovedì 15 agosto 2019
di Francesco Sinigaglia
​“Io te vurria cantà
​“Io te vurria cantà", grande successo per il coro polifonico New Chorus​ © BisceglieLive.it

Tra gli applausi del pubblico, lunedì 12 agosto 2019, in piazza Vittorio Emanuele II, allestita per i festeggiamenti in onore dei SS. Martiri Mauro Vescovo, Sergio e Pantaleone protettori di Bisceglie, il New Chorus, coro polifonico cittadino, diretto dal flautista e soprano Marzia Pedone, ha presentato lo spettacolo musicale “Io te vurria cantà” in collaborazione con la pianista biscegliese prof.ssa Luisa Rana.

La serata di canti napoletani, presentata da Maria Lorusso, ha visto grande partecipazione cittadina per una realtà musicale, quella del New Chorus, sempre più seguita, richiesta e protagonista sulla scena dello spettacolo e della cultura del territorio.

A impreziosire l’evento canoro è intervenuta anche l’associazione “La Canigghie” - presieduta da Tommaso Fontana in compartecipazione con Demetrio Rigante e Nicola Gallo - che si occupa della tutela della lingua vernacolare biscegliese attraverso la partecipazione degli attori Natale Di Leo, attore, Franco Carriera, declamatore poetico e attore, e Carlo Monopoli, tenore e attore, fresco d’uscita letteraria con il volume “L'Eugeniario”.

L’attore Nicola Losapio, che ha prestato il suo volto a numerose fiction Rai e Mediaset e in attuale produzione nelle vesti di regista del lungometraggio “Il Sottobosco”, ha, invece, dedicato un’ode a Bisceglie stesa dal poeta Demetrio Rigante, già vincitore di premi per composizioni a livello nazionale.

Il riuscito connubio di bel canto, musica e poesia, quindi, ha arricchito l’ultima serata dei ricorrenti festeggiamenti patronali. New Chorus prosegue il suo infaticabile percorso teso a portare la musica, da quella lirica ai nuovi suoni, a pubblici sempre più larghi ed entusiasti. In questo caso, la scelta del repertorio napoletano effettuata dai coristi e dal loro direttore, Marzia Pedone, ha permesso di riscuotere, tra i numerosi astanti che hanno gremito Piazza Vittorio Emanuele, applausi scroscianti e grandi emozioni.

Lascia il tuo commento
commenti