L'evento

​“Trame Preziose”, il restauro di capolavori tessili ricamati in oro e argento

Nell’ambito delle manifestazioni per celebrare il 500° anniversario di fondazione del Convento di S. Luigi

Attualità
Bisceglie lunedì 13 maggio 2019
di La Redazione
Il Monastero di San Luigi - archivio
Il Monastero di San Luigi - archivio © n.c.

Nell’ambito delle manifestazioni per celebrare il 500° anniversario di fondazione del Convento di S. Luigi in Bisceglie, il Museo Diocesano – Sede di Bisceglie ha promosso il recupero ed il restauro di importanti testimonianze legate alla storia del convento.

Nel corso di una affollatissima Conferenza dal titolo “Tesori di carta”, tenutasi sabato 4 maggio nella Chiesa di S. Luigi, Antonella Pompilio, Direttore dell’Archivio di Stato di Bari, coadiuvata dalla restauratrice Martina Moroni, ha illustrato il lavoro svolto dai Laboratori di restauro della sede di Bari e della Sezione Archivio di Stato di Trani, che ha portato al recupero di oltre sessanta pergamene (dei secc. XVl-XVIII), di un albero genealogico dell’Ordine Francescano (inizio sec. XVIII) e di un prezioso Cerimoniale miniato (sec. XVIII). Giacinto La Notte, Direttore del Museo, e Suor Ludovica Loconte del monastero di S. Luigi hanno commentato le bellissime miniature che corredano il Cerimoniale descrivendo le varie fasi della cerimonia di monacazione e la relativa simbologia. Di tutte le pergamene è già in corso il lavoro per produrre il regesto, che, con la riproduzione digitale, sarà messo a disposizione degli studiosi.

Sabato prossimo 18 maggio alle 19,00, nella Chiesa di S. Luigi si terrà un’altra Conferenza dal titolo “Trame Preziose” sul restauro dei manufatti tessili ricamati in oro e argento del Terz’Ordine Francescano che, insieme ad altri preziosi ricami del Monastero di S. Luigi, saranno esposti in mostra nel Museo Diocesano dal 19 maggio al 19 giugno.

«Veri capolavori di tessitura e ricamo - ha sottolineato Giacinto La Notte - sono usciti dalle mani esperte e pazienti delle Suore di S. Luigi. Gli Ordini religiosi femminili (Francescane, Vincenziane, Ancelle della Divina Provvidenza) nel corso del tempo hanno svolto un ruolo sociale di notevole rilievo. Insegnando le tecniche dell’arte a generazioni di giovani allieve hanno contribuito concretamente allo sviluppo sociale ed economico della Città di Bisceglie.

La trama è l'insieme di fili orizzontali che con quelliverticali dell‘ordito concorrono a formare un tessuto. Lo studio e la conoscenza di queste preziose memorie ci consente di ricostruire la trama sottile di quel grande libro che costituisce la storia della Comunità di S. Luigi che è parte integrante della storia della Città di Bisceglie».

Lascia il tuo commento
commenti