La pulizia delle spiagge

Con questi ragazzi il mondo lo cambiamo davvero

L'iniziativa degli studenti del Liceo "Leonardo Da Vinci" di Bisceglie

Attualità
Bisceglie domenica 17 marzo 2019
di Pinuccio Rana
Pulizia delle spiagge degli studenti del
Pulizia delle spiagge degli studenti del "Da Vinci" di Bisceglie © BisceglieLive.it

Ieri mattina i ragazzi del Liceo "Leonardo Da Vinci" di Bisceglie, approfittando dell'uscita anticipata da scuola per i giochi matematici della Bocconi, hanno pulito la spiaggia sottostante l'istituto e le aree circostanti.

L'iniziativa è stata promossa dai rappresentanti di istituto e ha visto la partecipazione di moltissimi alunni e alunne del Leonardo da Vinci ed ha avuto luogo dopo una giornata di sensibilizzazione sui temi dell'ambiente.

Un plauso ai ragazzi, che con tanta passione ed entusiasmo hanno dedicato il loro tempo a pulire la nostra amata città. "Let's clean the world, let's make it a better place".

Pulizia spiaggia del "Pretore".
Presenti oltre 100 fra studenti e studentesse. Raccolti 28 bustoni di rifiuti lasciando la spiaggia pulita. I sacchi sono stati prontamente ritirati da dipendenti di Ambiente 2.0 che sono arrivati dopo che essere stati allertati dagli organizzatori rappresentanti dell'istituto.

Sul posto è arrivato anche il Sindaco Angelantonio Angarano e l'assessore Gianni Naglieri, oltre ai consiglieri Losapio, Mastrapasqua e Di Tullio.

«Prima di protestare contro altri - hanno affermato i rappresentanti di istituto -, dobbiamo essere noi, per primi, consapevoli e rispettosi. Quella di ieri, è stata l’occasione giusta per dimostrare che nessuno di noi si sente lontano dal tema per il quale si manifesterà e si protesterà ma, semplicemente riteniamo che alla base di tutto ci debba essere consapevolezza e coerenza. Parlarne in classe e, in seguito, attivarsi per qualcosa di concreto è, a nostro parere, il modo migliore per dimostrarsi veramente legati a questo tema».

«Siamo molto soddisfatti - aggiungono - di come è andata la giornata, siamo stati costretti ad organizzarla in poco tempo, dato che solo in questi giorni, che “casualmente” coincidono con uno sciopero, gli studenti si sono resi conto di quanto sia importante rispettare l’ambiente. (...) Abbiamo ritenuto opportuno prima dimostrarci coerenti con noi stessi, attivandoci concretamente, in modo tale da poter poi passare a protestare contro altri. Facendo ciò, piuttosto che prendere parte ad uno sciopero contro altri, ci siamo messi in gioco, siamo passati ai fatti, perché a parole sono bravi tutti. Era importante fare tutto ciò oggi, perché, facendo ciò, abbiamo dimostrato alla comunità che prima delle parole per noi vengono i fatti, viene la realtà. È facile andare a protestare a Bari per poi tornare a casa senza che nel mondo sia cambiato qualcosa. Oggi sicuramente non abbiamo cambiato il mondo, ritengo però che indubbiamente abbiamo fatto un grosso passo in avanti e tutto ciò l’abbiamo fatto con le nostre mani!».

«Naturalmente - concludono - cogliamo l’occasione per ringraziare il signor sindaco, gli assessori e i consiglieri che oggi sono venuti a trovarci, anche loro si sono dimostrati molto disponibili, nonostante il pochissimo tempo di preavviso. Ci hanno fatto capire che ci ascoltano e che sono dalla nostra parte, ci hanno fatto capire che siamo molto importanti per questa città. Infine ringraziamo tutti i cittadini che sono venuti a darci una mano, dobbiamo collaborare tutti quanti per il bene di questa città, siamo sulla strada giusta!».

Lascia il tuo commento
commenti