Il risultato

​La Cappella del Casale di Giano di Bisceglie al primo posto nella Bat tra “I Luoghi del Cuore"

E' al 69° posto nazionale nel 9° Censimento Fai

Attualità
Bisceglie martedì 12 febbraio 2019
di La Redazione
Casale di Giano
Casale di Giano © n.c.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota a firma della Professoressa Marcella Di Gregorio e dall'Associazione Amici del Museo Diocesano, con la quale si certifica l'ottimo risultato conseguito dalla chiesa di Santa Maria di Giano tra le bellezze di Puglia da salvare.

Ecco il testo dell'intervento:

«5806 voti hanno fatto classificare la preziosa chiesetta S.Maria di Giano, in agro di Bisceglie, al 69° posto nazionale nel 9° Censimento “I Luoghi del Cuore” indetto dal FAI e al primo posto nella Bat. Un notevole successo per il Comitato promotore della raccolta firme e voti online che si era prefisso come obiettivo soprattutto la diffusione della conoscenza di questo gioiello in ambito cittadino, regionale e nazionale. Essere tra i primi 70, su più di 2700 siti culturali della nostra bella Italia, non è poco e inoltre dimostra che anche una piccola realtà come la nostra può fare sentire la propria voce, se è animata dall’amore per il bello e per l’arte e se lavora unita, lontano da ogni interesse di qualsiasi tipo.

La chiesetta risale al primo Medioevo ed era inglobata nel corpo di uno dei nove casali sparsi nel territorio, il Casale di Giano appunto, da cui, dopo l’anno 1000, un certo numero di famiglie si trasferirono nella nuova realtà che stava nascendo sul mare, aperta a nuovi commerci, nuova mentalità, nuovo stile di vita.

Da allora sono trascorsi più di 1000 anni ma la chiesetta è sempre stata un punto di riferimento per la comunità agricola, che si rivolgeva all’icona di una Madonna con Bambino in essa custodita (attualmente trasferita nel Museo Diocesano) soprattutto nei momenti di siccità, storicamente molto frequenti nel nostro territorio.

Esso è dunque il cuore antichissimo della nostra Bisceglie ed è anche simbolo di come dal vecchio può nascere qualcosa di nuovo, pulsante e vitale, e di come l’uomo non può e non deve dimenticare le proprie origini, tant’è che la chiesetta è sempre stata curata dai vari vescovi della città, abbellita con meravigliosi affreschi e ristrutturata con modalità stilistiche che, però, ne hanno fatto perdere la fisionomia originaria.

Il Comitato “Amici del Museo Diocesano” con la collaborazione di alcune associazioni cittadine (Rotary, Fidapa, Confcommercio) ha accolto l’invito del benemerito FAI, già a conoscenza del valore artistico (in particolare degli affreschi quattrocenteschi in essa custoditi) storico e sociale della chiesetta, partecipando al 9° censimento “I Luoghi del Cuore” e diffondendo presso scuole, esercizi commerciali, associazioni culturali, cittadini comuni , la consapevolezza della preziosità di questo bene e la necessità di provvedere alla sua protezione dalle ingiurie del tempo e … dei vandali.

6000 grazie a tutti coloro che hanno votato, compresi quelli che involontariamente hanno commesso degli errori nel compilare la scheda, il cui voto, pertanto, non è stato considerato valido dal FAI, sempre molto preciso e professionale.

A questi 6000 cittadini chiediamo di approfondire la conoscenza della Chiesetta di Santa Maria di Giano e di rimanere uniti nell’opera di salvaguardia e valorizzazione della stessa che scaturirà da questo successo.

Al FAI va il sentito ringraziamento di tutti e il più sincero apprezzamento per la meravigliosa e capillareopera che continuamente svolge a favore della salvaguardia della Cultura e della Bellezza».


Lascia il tuo commento
commenti