L'evento

“Il pianeta che speriamo”: anche Club per l’Unesco di Bisceglie per “Laudarti”

Pina Catino, Mino Miale, Angelo Perrini in esposizione nella Mostra itinerante per la Settimana del Creato

Attualità
Bisceglie martedì 12 ottobre 2021
di Francesco Sinigaglia
Pina Catino, Mino Miale, Angelo Perrini in esposizione nella Mostra itinerante per la Settimana del Creato
Pina Catino, Mino Miale, Angelo Perrini in esposizione nella Mostra itinerante per la Settimana del Creato © n.c.

Il percorso “Il Pianeta che speriamo” è nella mostra itinerante di “LaudArti”, curata dall’équipe di Giustizia, Pace e Integrità del Creato dei Frati Minori di Puglia e Molise, e partita dal Santuario “Beato Giacomo” di Bitetto, poi in esposizione presso l’Ospedaletto dei Crociati - Madonna dei Martiri a Molfetta,  con approdo ad  Altamura a S. Maria della Consolazione - Sale parrocchiali,  sotto l’egida Ufficio Pastorale sociale e del Lavoro (Diocesi di Altamura Gravina, Acquaviva delle Fonti). art. 573 Club per l'Unesco Bisceglie, una Mostra itinerante collettiva per il Pianeta che speriamo

L’inaugurazione si è tenuta sabato 9 ottobre 2021: la mostra delle opere nelle varie accezioni dell’arte, approfondisce specificamente i temi della globalizzazione, dell’indifferenza e dell’ecologia integrale.

Molti gli artisti biscegliesi: Clarisse di Bisceglie per la realizzazione del logo della Mostra “LaudArti”; Mario Ariano, Michele Aprile, Savino Carbone, Anna Cassano, Pina Catino, Vincenzo De Sario, Pasquale De Nichilo, Raffaella Del Giudice, Massimo Diodati,  Donato Divittorio,  Martina Di Tommaso, Dina Ferrorelli, Mariachiara Gianfelice,  Daniela Giglio,  Valentina Guaragno, Fra Antonio Lembo,  Anna Liso, Nicola Liso, Luciana Lorè, Carmela Moramarco, Gianmatteo Moramarco,  Filippo Marroccoli, Tina Masciale, Giacono Stefano Nello Miale, Fra Giovanni Novielli, Giuseppe Pasquale, Angelo Perrini, Aurora Perta, Giuseppe Perta, Erika Piacente, Fra Giuseppe Piarulli, Leonardo Scardicchio, Lisa Simone, Gaia Vicenti. Gli artisti si sono ispirati all’enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco, pubblicata nel 2015 e ai goal in “AGENDA 2030” per lo sviluppo sostenibile (programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritta il 25 settembre 2015 dai Governi dei 193 Paesi membri delle Nazioni Unite e approvata dall’Assemblea Generale dell’ONU), come fatto rilevare da Pina Catino (Presidente del Club per l’UNESCO di Bisceglie), che partecipa alla mostra con la sua Opera N. 88 della Collezione “Orizzonti d’Acqua, Tutela e Valore dell’Oro Blu”, insieme alle opere dei soci ordinari anche Presidenti di Commissione tra i quali si annoverano Giacomo Stefano Nello Miale (Arte e Spettacolo per uno sviluppo sostenibile) con l’Opera N.12 della Collezione “Vuoto A Perdere” e Angelo Perrini (Relazioni  Mostre  Internazionali) con due serigrafie tratte dalla Collezione “Speranza 3.0”.

La settimana del Creato, oltre alla mostra visitabile tutti i giorni (9:30–12:30 e  17:00–22:00)  fino a domenica 17 ottobre 2021, con  ingresso gratuito nel rispetto delle norme anti-covid, prevede il seguente ricco programma: giovedì 14 ottobre (ore 18:00–20:00), “Eco-Laboratori per ragazzi” (apicoltura, riciclo, pittura estemporanea, nuovi stili di vita); venerdì 15 ottobre  “Agorà Della Concretezza” presso il Centro Giovanile “Benedetto XIII”, a Gravina; domenica 17 ottobre “Puliamo la nostra città”, ogni parrocchia organizza una raccolta di rifiuti nel proprio territorio. Infine, alle ore 19:00 si terrà la celebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo S. E. Mons.Giovanni Ricchiuti presso la cattedrale di Altamura. 

Lascia il tuo commento
commenti