L'intervento

«​Metti una mattina a scuola con un nonno di... classe»

Lettera aperta scritta dagli alunni della II O della S.S.I G. C.Battisti-G.Ferraris, plesso S.Cosmai

Attualità
Bisceglie venerdì 08 ottobre 2021
di La Redazione
Gli oggetti mostrati in classe
Gli oggetti mostrati in classe © n.c.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una lettera aperta scritta dagli alunni della II O della S.S.I G. C.Battisti-G.Ferraris, plesso S.Cosmai sul ruolo dei Nonni in questi tempi così travagliati. Ecco l'intervento integrale:

«I nonni svolgono un ruolo importante all’interno delle famiglie e della società. Il 2 ottobre, Giornata dedicata ai Nonni, è stata occasione di riflessione sul “rispetto verso le generazioni che ci hanno preceduto”. I nonni con la loro saggezza, testimoni di una cultura che va scomparendo, hanno una influenza positiva nel percorso di crescita dei giovani.

In classe abbiamo fatto riferimento ai nostri vissuti affettivi, ricordando anche i nonni che non ci sono più e che ci hanno lasciato esempi di vita. Con grande sorpresa ed entusiasmo abbiamo ospitato nelle nostre classi I e II O  al plesso S.Cosmai, della S.S.I G. C.Battisti-G.Ferraris,  nonno speciale: Nicolantonio Logoluso, esperto di cultura e tradizioni locali, autore del libro “Bisceglie delle Casedde”.

Il nonno-esperto ha raccontato aneddoti, ci ha fatto immergere nella vita quotidiana del suo tempo, ed è stato  molto interessante poter fare confronti con la nostra quotidianità.

Noi abbiamo colto l’occasione per formulare domande e chiedere di approfondire alcuni aspetti di nostro interesse.

Alla nostra intervista nonno Tonino ha risposto con chiarezza espositiva e ci ha parlato: dei giochi, della vita degli adolescenti, del rapporto genitori-figli, dei mezzi di trasporto, dell’alimentazione e soprattutto della scuola di un tempo ormai lontano. Abbiamo potuto attingere a “Fonti dirette”, un’esperienza unica!

Infatti nonno Tonino ci ha mostrato oggetti di sua proprietà, come testimonianze di ciò che ci stava raccontando: quaderni, pennino stilografico, calamaio con inchiostro, una tavola pitagorica dell’epoca e delle monete; infatti egli è anche un appassionato numismatico. Eravamo quasi increduli quando  ha regalato a ciascuno di noi una moneta delle vecchie lire: lucida lucida! 10 lire di “fresco conio”. Tale omaggio simboleggia il ponte tra le generazioni  e l’augurio per noi che sull’esempio di coloro che ci hanno preceduto possiamo vivere la nostra vita integrando tradizione e innovazione.

Grazie al Dirigente Scolastico, prof.D.Cosmai, alle prof.sse T.Cosmai, L.Di Pinto, M.Del Vescovo, e prof.M.Sgherza, per questa esperienza di apprendimento, e un grazie speciale ad un nonno veramente di… CLASSE!».

 

Lascia il tuo commento
commenti