L'evento

"​Tano, il mostro buono del Pantano”​, protagonista all'Agricamping Brezza tra gli Ulivi​

Serata di mezza estate con il saluto ai piccoli che hanno preso parte al Campo estivo 2021

Attualità
Bisceglie giovedì 05 agosto 2021
di La Redazione
"​Tano, il mostro buono del Pantano”​, protagonista all'Agricamping Brezza tra gli Ulivi​ © n.c.

Si è svolta, presso l'incantevole scenario dell' Agricamping Brezza tra gli Ulivi, una una piacevole serata di “mezza estate” per salutare tutti i bambini che hanno preso parte al Campo estivo 2021.

Tradizione, cultura e gastronomia hanno fatto da cornice con i bambini assoluti protagonisti  e genitori e parenti entusiaste.

Frutto del duro lavoro”, affermano i titolari della struttura Brezza tra gli Ulivi, Giulia e Giulio Valente con l'immancabile apporto dei 2 figli Anna e Davide. “Abnegazione, spirito di sacrificio e soprattutto tanta passione per la nostra città e il nostro territorio, sono ingredienti indispensabili per riuscire a creare e plasmare la cosiddetta” cultura dell'accoglienza””.

Seguendo quindi questo mantra: SE CONOSCI, PROMUOVI, è andata in scena una rappresentazione teatrale, interamente interpretata dai bambini, di Tano il mostro buono del pantano.

Fa parte della nostra tradizione popolare da secoli, diventando una leggenda che si è tramandata nella storia fino ai giorni nostri.

In questo periodo è tornato a far parlare di se Tano “il mostro buono del Pantano”, diventato, oramai, la mascotte della masseria didattica Brezza tra gli Ulivi.

L'intera rappresentazione è stata incentrata sulla nascita delle prime Torri di avvistamento e fortificazione del nostro territorio durante il periodo delle invasioni Saracene.

Uno degli esempi più celebri è quello di Torre Calderina.

Il protagonista, Tano, è un mostro in apparenza rude e cattivo ma che in realtà cela un animo buono e dal cuore d'oro...ma solo verso chi RISPETTA L'AMBIENTE!

La mission di “Brezza tra gli Ulivi” è il recupero e la tutela del territorio attraverso campagne di sensibilizzazione rivolte ai più piccoli, preziosi custodi del nostro futuro.

Durante la serata è stato dato grande risalto al territorio grazie ad una serie di degustazioni di prodotti rigorosamente a Km 0 come pomodorini, frutta e verdure e la centenaria arte del “casaro” grazie alla collaborazione con l'azienda Stasi.

Così, il magico intreccio tra arte, cultura e gastronomia hanno reso unica una serata di “mezza estate”.

 

Lascia il tuo commento
commenti