Tutte le novità sul Certificato verde

Green Pass, come si ottiene? Dal fascicolo sanitario elettronico, in farmacia o dal medico di base

Quanto tempo dura il Certificato? Per i vaccinati dal 15esimo giorno dopo la prima dose e 270 giorni dopo la seconda. La durata è di 180 giorni dalla guarigione e 48 ore in caso di test negativo

Attualità
Bisceglie venerdì 18 giugno 2021
di La Redazione
Green Pass, il sito del Ministero
Green Pass, il sito del Ministero © n. c.

La piattaforma è online da ieri, i primi QR Code sono stati inoltrati sugli smartphone e qualcuno ha potuto anche stamparlo. Il pass gratuito digitale e cartaceo in italiano e in inglese è realtà. Serve a spostarsi in Italia qualora una regione dovesse tornare arancione o rossa, per andare a trovare anziani nelle Rsa, per partecipare ad eventi o spettacoli e a viaggiare in Europa dal primo luglio senza restrizioni.

Come ottenerlo? Tramite l'app Immuni (a breve anche tramite l'app Io), sul sito dgc.gov.it o accedendo al proprio fascicolo sanitario elettronico online. Oppure dal medico di base, pediatra o farmacista. Sulle app occorre riportare il numero di tessera sanitaria e uno dei codici unici ricevuti per avvenuta vaccinazione, avvenuta guardigione, esito negativo del tampone nelle ultime 48 ore. I codici vengono inviati via sms o mail dal ministero della Salute. Per il Fascicolo sanitario elettronico basta lo Spid.

Quanto tempo dura il Certificato? Per i vaccinati dal 15esimo giorno dopo la prima dose e 270 giorni dopo la seconda. La durata è di 180 giorni dalla guarigione e 48 ore in caso di test negativo. Alla scadenza il QR Code non è più valido. Viene revocato oltre che per scadenza temporale, anche in caso di contagio.

Chi può controllare il Pass? Le forze dell'ordine, i pubblici ufficiali ma anche i gestori ed organizzatori di eventi, feste o cencerti. Per chi parte, il certificato verrà scansionato prima dell'imbarco e all'arrivo.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 19 giugno 2021 alle 11:36 :

    Il Green Pass è la nuova tassa di circolazione, applicata alle singole persone. Un gran favore al business di chi fa i tamponi, ai quali sono costretti a rivolgersi quelli che non hanno fatto il vaccino o la seconda dose pur di potersi muovere. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 19 giugno 2021 alle 07:26 :

    Tra tamponi e certificati il Green Pass appare solo una tassa, l'ennesima, sui viaggi. E un gran business per chi fa i tamponi. Rispondi a Franco

  • Franco ha scritto il 18 giugno 2021 alle 15:13 :

    Sul cosiddetto green pass sono già stati espressi diversi dubbi di costituzionalità. Rispondi a Franco