Francesco Boccia annuncia la sua candidatura alla Camera dei Deputati

39 anni, Capo del Dipartimento per le Economie Territoriali della Presidenza del Consiglio, ha curato in prima persona da Liquidatore, il dissesto finanziario della Città di Taranto.

Politica
Bisceglie mercoledì 12 marzo 2008
di La Redazione
© Bisceglielive.it

Come si è scritto qualche giorno fa, sono tre i biscegliesi che (per effetto della legge elettorale vigente) saranno sicuramente eletti nel prossimo Parlamento. Tra loro, il prof. Francesco Boccia, la cui candidatura alla Camera per il Partito Democratico è stata annunciata con il comunicato stampa che riceviamo e di seguito pubblichiamo.

Francesco Boccia annuncia la sua candidatura alla Camera dei Deputati per le elezioni politiche del 13 aprile, nelle liste del Partito Democratico. Professore di Economia all’Università Cattaneo di Castellanza, Boccia ha 39 anni. E’ il Capo del Dipartimento per le Economie Territoriali della Presidenza del Consiglio e ha curato in prima persona da Liquidatore, una delle vicende più complesse degli ultimi due anni: il dissesto della Città di Taranto. Il più grande crack finanziario della storia con 901 milioni di debiti.

Classe 1968, nato a Bisceglie vive a Roma. Boccia si laurea in Scienze Politiche all’Università di Bari, ottiene il Master MBA Bocconi a Milano e poi lascia l’Italia. Trascorre quattro anni come ricercatore alla London School of Economics. Dal 1998 al 2004 ha diretto il Cerst, Centro di Ricerca per lo Sviluppo del Territorio dell’Università Cattaneo di Castellanza. Nel 2002 è negli USA come Visiting Professor alla University of Illinois di Chicago. Nel 2004, dopo 13 anni torna in Puglia coinvolto dal Sindaco di Bari, Michele Emiliano, nell’amministrazione della Città di Bari da Assessore all’Economia. Nel 2006, Romano Prodi lo nomina Capo del Dipartimento Economico di Palazzo Chigi.

In questi anni firma numerose pubblicazioni tra le quali "Mezzogiorni d'Europa, la riforma dei fondi strutturali (Il Mulino)", “Economia e finanza delle amministrazioni pubbliche" (Guerini) e "La finanza innovativa" (Il Sole 24 Ore).

Francesco Boccia è stato eletto nella costituente del PD, vincendo le primarie nel collegio Bari-SanPaolo con il 34% (Lista Letta).

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • monello67 ha scritto il 19 marzo 2008 alle 01:08 :

    sono daccordo con califfo ma mi rendo conto che nel mio paese c'e tanta ignoranza politica.......... Rispondi a monello67

  • Lusitano ha scritto il 13 marzo 2008 alle 19:07 :

    Professore, si chiamava Luigi Roca,39 anni, lavoratore interinale di un' azienda satellite della Thyssen. Non era uno scansafatiche,il lavoro gli piaceva, aveva contratto un mutuo. Quel contratto non è stato rinnovato. Non ce l' ha fatta: ha lasciato una moglie operaia e due figli in tenera età. Quando parlerete di economia e di programmazione ricordatevi di quell' uomo. Rispondi a Lusitano

  • frankcaliffo ha scritto il 13 marzo 2008 alle 18:07 :

    Se non ci fosse il prof. Boccia in lista ad occupare un posto di sicura elezione nel PD, ci sarebbe stato qualcun'altro e magari di un'altro paese o regione!!! Avreste preferito quest'altra ipotesi? Da buon Biscegliese, che ama la propria città, preferisco la candidatura del prof. Boccia!!! Rispondi a frankcaliffo

  • frankcaliffo ha scritto il 13 marzo 2008 alle 18:03 :

    Leggendo i commenti, si capisce chiaramente come il sistema elettorale attuale non è chiaro per molti! Sveglia!! Non siamo noi a scegliere chi ci deve rappresentare a Roma ma alcuni leader oligarchi! Detto questo, a prescindere se il prof. Boccia vive o meno a Bisceglie ecc., dovremmo essere contenti che nostri concittadini vengano considerati ad alti livelli e ricoprino ruoli di questa importanza!!! Rispondi a frankcaliffo

  • goodwind ha scritto il 13 marzo 2008 alle 16:09 :

    per giudellolio: sai con che sistema elettorale si vota? sai per cosa si vota? io no...me lo spieghi? Rispondi a goodwind

  • giudellolio ha scritto il 13 marzo 2008 alle 12:49 :

    boccia biscegliese? ma se viene a Bisceglie dieci giorni l'anno solo per matrimoni, battesimi e...campagne elettroali. Ma fateci il piacere! Boccia risiede a Roma da dieci anni, non si può ricordare di Bisceglie solo quando deve venire a prenderci i voti.... candidati a Roma! Rispondi a giudellolio

  • angdev ha scritto il 13 marzo 2008 alle 12:12 :

    a dire il vero sembra il meno biscegliese di tutti, o se ne ricorda solo quando si vota? Rispondi a angdev

  • domee ha scritto il 13 marzo 2008 alle 11:41 :

    x pippoinzaghi:forse perche' i giochi erano stati fatti dall'inizio? o pensare questo e' sbagliato? Rispondi a domee

  • pippoinzaghi ha scritto il 13 marzo 2008 alle 10:51 :

    come mai nn si è candidato a bisceglie alle primarie? Rispondi a pippoinzaghi

  • pinki67 ha scritto il 13 marzo 2008 alle 09:49 :

    ciao prof.!!!! un saluto di vero cuore da un tuo vecchio amico d'infanzia e di scuola Pinuccio ROSSI. i miei auguri per questa candidatura sono doverosi nel rispetto e lealta' che hai sempre dimostrato nei miei confronti. avanti alla grande FRANCESCO meriti tutto questo e altro. un abbraccio fraterno. Rispondi a pinki67

  • capurso ha scritto il 13 marzo 2008 alle 09:12 :

    Pur non appartenendo, da sempre , alla Sua "parrocchia" politica ,Le auguro di cuore un successo personale in questa anomala competizione elettorale.Mi permetta, però, un consiglio gentilissimo e raffinato professor Boccia: i Suoi capi e capetti locali del PD dovrebbero ,per il Suo immancabile successo,contare fino a dieci prima di cercare di dire la loro , essere meno aggressivi, più educati, più civili. Con sensi di distinta stima, Mimì Capurso Rispondi a capurso

  • girolamo65 ha scritto il 13 marzo 2008 alle 07:50 :

    capisco che non sia bello ricordare che la ex azienda di famiglia fù una delle prime a delocalizzare la produzione verso l'estero con conseguenti risvolti occupazionali, ma vi siete dimenticati di aggiungere che perse le primarie con Vendola e che è stata proprio la differenza di voti nelle rispettive città di appartenenza a fare la differenza; e che le stesse sembravano solo una formalità visti gli investimenti in cartelloni-arancioni con i quali era stata tappezzata la puglia. Rispondi a girolamo65

  • monello67 ha scritto il 12 marzo 2008 alle 22:23 :

    a tutti i politici biscegliesi destra sinistra rosso giallo verde arancione ,arrivare al prof. e' solo un sogno.............. Rispondi a monello67

  • katyTa ha scritto il 12 marzo 2008 alle 19:53 :

    FORZA PROFESSORE!!!! Rispondi a katyTa