L'evento

Torna Scena 84 con “24 anime in un corpo” di Tonio Logoluso

Il prossimo appuntamento della rassegna al Teatro Don Luigi Sturzo

Cultura
Bisceglie martedì 07 gennaio 2014
di Giacomo Cocola
"24 anime in un corpo"
"24 anime in un corpo" © n.c.

Domenica 12 Gennaio alle ore 18, presso il Teatro Don Luigi Sturzo di Bisceglie (via Pozzo Marrone 86), ottavo appuntamento con SCENA 84 (rassegna di Teatro, Musica, Danza e Poesia). Va in scena la Compagnia Teatro delle Onde con lo spettacolo "24 anime in un corpo", testo e regia di Tonio Logoluso, con Mattia Galantino, Tonio Logoluso e Silvia Cuccovillo.

Una storia che ha una forza drammatica e teatrale così dirompente da pensare che si stia sconfinando nell’assurdo o nell’inverosimile. Invece è pura e semplice realtà. Nell’ottobre del 1977 viene arrestato nell’Ohio, in America, un giovane di 22 anni, Billy Milligan, colpevole di aver rapito, violentato e rapinato tre studentesse universitarie. Il caso Milligan si rivela di fondamentale importanza per la storia giudiziaria americana: per la prima volta un criminale che ha commesso gravi reati viene assolto perché all’epoca dei fatti non è in pieno possesso delle sue facoltà mentali e non ha quindi il controllo delle proprie azioni. Sembrerebbe ordinaria amministrazione se non fosse che il motivo dell’assoluzione di Milligan non è la semplice infermità mentale. Emerge una verità sconcertante: Billy risulta essere affetto da un gravissimo disturbo dissociativo dell’identità, in quell’unico corpo convivono e si alternano 24 personalità diverse.

Questo è un viaggio che ci permette di entrare in una stanza dove c’è un uomo scisso in 24 frammenti che riempiono tutti gli spazi fino a debordare. Assistiamo alla lenta consapevolezza di sé e del suo essere spezzettato e fragile che porta con sé traumi infantili legati a un rapporto conflittuale con un padre che, tra le altre cose, lo obbliga a scavarsi una fossa in cui seppellirsi. Un racconto che fa spesso rabbrividire proprio perché vero e crea quell’inconsapevole voyeurismo tipico delle tragedie.

Questo spettacolo è una specie di omaggio al teatro: all’ attore, centro del suo mondo, perché con Billy siamo di fronte a una vera e propria prova d’attore, e alla drammaturgia, con le tre componenti essenziali di chi fa e vede teatro: emotività, trasporto e pensiero.

I biglietti dello spettacolo sono in vendita fino a sabato presso la Libreria Oompa Loompa (Via Cardinale Dell’Olio 18), dalle 17 di domenica presso il botteghino del teatro.

Per informazioni: 345 6394314 - 373 8365604 - 080 3952592

Lascia il tuo commento
commenti