La gestione delle acque reflue

Come uscire dall’emergenza ambientale in Puglia, il Movimento 5 Stelle si mobilita

Appuntamento a Bari sabato 13 luglio

Cronaca
Bisceglie giovedì 11 luglio 2013
di La Redazione
Il torrente 'Le Lame'
Il torrente 'Le Lame' © n.c.

Il MeetUP MoVimento 5 Stelle di Bisceglie, in una nota diffusa da Titti Mastrapasqua, invita i cittadini a partecipare all'incontro regionale dei gruppi di attivisti pugliesi che si terrà a Bari sabato 13 luglio dalle 18:00 al Country Club in via S.Caterina 18/G (uscita 6 tangenziale di Bari): una conferenza cittadina a difesa del territorio per uscire dall’emergenza ambientale in Puglia a tutela delle acque superficiali e sotterranee, nonché dei cicli di depurazione nell’intero territorio pugliese.

L'acqua emessa dagli impianti di depurazione, se conforme ai parameti dettati dal D.Lgs n. 152/2006 (Decreto Ambiente) scorrerebbe sul suolo senza inquinare la falda sotterranea, a cielo aperto senza emanare cattivi odori e potrebbe essere utilizzata per l'irrigazione delle colture senza rischio igienico-sanitario per i consumatori.

Come il futuro dei rifiuti è la materia prima "seconda" da riutilizzare, così il futuro delle acque reflue è il riutilizzo in agricoltura, nonchè lo scarico in mare senza nessun inquinamento delle coste, alla luce di questo risulta del tutto inutile, se non dannoso incanalare le acque emesse dagli impianti in condotte di cemento pagate milioni di euro pubblici per poi sversarle nel nostro mare qualche chilometro al largo: questa non è una soluzione perché non risolve il problema, piuttosto aggrava la situazione perdendo tempo utile a fermare il danno ambientale, igienico e sanitario che resta irrisolto, perchè mai seriamente affrontato.

Moderato dagli attivisti del MoVimento barese, l'incontro sarà introdotto dal "cittadino" portavoce al Senato della Repubblica Lello Ciampolillo del MoVimento 5 Stelle al quale seguirà la presentazione del progetto, da parte del dott. agronomo Antonio Bruno e del dott. geol. Tommaso Elia, riguardante il trattamento delle acque reflue, avanzando la proposta di una diversa soluzione dallo scarico in mare o in falda in deroga alle leggi vigenti e alle normative europee, ossia rispettare e valorizzare un bene prezioso come l'acqua, ed evitare lo spreco in una Regione “assetata” come la Puglia.

Continuerà il "cittadino" portavoce alla Camera dei Deputati Emanuele Scagliusi del MoVimento 5 Stelle, che illustrerà le iniziative intraprese all’interno delle istituzioni per impegnare il Governo a risolvere l’annosa questione.

Concluderà l'ingegnere ambientale Giuseppe Deleonibus sul rischio trivelle nei nostri mari.


Relatori:
Dott. Agronomo Antonio Bruno, Presidente ADAF – Associazione Dottori di Scienze Agrarie e Forestali di Lecce.
Dott. Geol. Tommaso Elia, consulente ambientale esperto in pianificazione territoriale e per gli interventi difesa del suolo.
Dott. Ing. Giuseppe Deleonibus, consulente ambientale.
Emanuele Scagliusi, portavoce alla Camera MoVimento 5 Stelle, 3ª Commissione (Affari Esteri e Comunitari).
Lello Ciampolillo, portavoce al Senato MoVimento 5 Stelle, 8ª Commissione permanente (Lavori pubblici, comunicazioni).

Lascia il tuo commento
commenti