Le News
Al via i progetti di Agricoltura Sociale

GAL PONTE LAMA, SIGLATO IL PROTOCOLLO CON ISTITUZIONI LOCALI PER LA CREAZIONE DI UNA RETE DELL’AGRICOLURA SOCIALE

Il protocollo è un punto di partenza di un percorso di consolidamento del sistema dell'Agricoltura Sociale

news
Bisceglie 15/05/2015
di Gal Ponte Lama
GAL PONTE LAMA, SIGLATO IL PROTOCOLLO CON ISTITUZIONI LOCALI PER LA CREAZIONE DI UNA RETE DELL’AGRICOLURA SOCIALE

È stato siglato ieri mattina, all’interno di una splendida sala di Palazzo Tupputi a Bisceglie, il protocollo d’intesa per la promozione e lo sviluppo di progetti di Agricoltura Sociale, promosso dal GAL Ponte Lama.
Favorire il recupero socio-riabilitativo e l’inserimento lavorativo delle fasce deboli della popolazione, attraverso attività agricole, è l’obiettivo che si sono posti i sottoscrittori del protocollo: Antonio Piazzolla, presidente GAL Ponte Lama; Filippo Bortone,  presidente del Tribunale Ordinario di Trani; Ottavio Narracci, Direttore Generale Asl BAT; Francesco Spina, presidente della Provincia Barletta- Andria-Trani e Sindaco di Bisceglie; Maria Assunta Russo, sub-commissario prefettizio del comune di Trani;  Don Raffaele Sarno, rappresentante della Curia vescovile e della Caritas diocesana; Giacomo Patruno, vicepresidente di Confagricoltura Bari; Nicola Cantatore, Direttore CIA Bat; Pietro Rossi, presidente Confcooperative Bari-Bat; Anna Gasparre, delegata dell’Ordine degli Psicologi di Puglia; Giuseppe Tedeschi, dirigente scolastico 1° circolo didattico "E. De amicis"; Gaetano Ragno, dirigente 2°C.D. “"Prof. A. Caputi; Mauro Leonardo Visaggio, dirigente 3°C.D. “S.G. Bosco”; Francesca Castellini, dirigente 4°C.D. “Don Uva"; Francesco Lovascio, dirigente 3°C.D.” D’annunzio”; Giuseppina Palumbo, delegata per il  2°C.D. “ Mons. Petronelli”; Francesco Sciacqua, dirigente Istituto di Istruzione Superiore Giacinto Dell'Olio; Marisa Cioce, delegata per Consultorio Epass e le Masserie Sociali del territorio.
Casale Monte d’Alba, Oasi San Felice, Società Agricola Crosta, Terre Solidali e Xiao Yan sono le cinque realtà del territorio che oggi si sono presentate e che offrono o sono sul punto di offrire opportunità di riabilitazione e inserimento sociale ai soggetti con disagi psico-fisici o a rischio di marginalizzazione.
Pet therapy, ortoterapia, laboratori didattico-creativi, percorsi di educazione alimentare, corsi di educazione ambientale e tante altre sono le attività che le nostre Masserie Sociali intendono realizzare mettendosi prima di tutto in rete.
Il protocollo è il punto di partenza di un percorso di consolidamento del sistema dell’Agricoltura Sociale nell’area del GAL Ponte Lama e di un processo di costruzione del modello di Multifunzionalità del Territorio che rientra nel progetto di cooperazione “Rete transnazionale della ruralità solidale, del turismo locale sostenibile, della multifunzionalità, degli itinerari culturali e ambientali: Cross-Border for rural identities development  (Adriatic Sea - Black Sea)” di cui il Gruppo di Azione Locale è partner.
Una convenzione col il Tribunale per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità presso le nostre aziende agricole, infatti, è solo il primo frutto di un’iniziativa che si prefigge di accrescere la diversificazione dell’offerta formativa e riabilitativa del territorio migliorandone l’immagine.
Si precisa che molte altre Istituzioni, oggi impossibilitate a venire, hanno manifestato interesse ad aderire all’iniziativa, tra queste l’Ufficio di Piano Bisceglie-Trani, 1°C.D. “E.De Amicis” di Trani, l’Ordine degli assistenti Sociali pugliesi.