Fatturazione elettronica tra privati dal 2019

Obbligatoria per tutti dal 2019, è una delle novità fiscali introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 al fine di contrastare l’evasione Iva

Riada Partners Consulenza commerciale/legale
Bisceglie - venerdì 24 novembre 2017
© n.c.

La fatturazione elettronica tra privati sarà obbligatoria per tutti a partire dal 2019. È questa una delle novità fiscali introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 al fine di contrastare l’evasione Iva.

Tuttavia, a differenza di quanto ipotizzato, l’obbligo di fatturazione elettronica B2B non entrerà in vigore dal 1° gennaio 2018, tranne per alcune eccezioni. Secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2018, la fatturazione elettronica obbligatoria entrerà in vigore già dal 1° luglio 2018 soltanto per le imprese che operano nel settore della cessione di benzina e gasolio e per i subappalti nell’ambito di appalti pubblici. Per la restante platea di contribuenti bisognerà attendere al 1° gennaio 2019: sarà questa la data attualmente prevista dal Governo, pensata molto probabilmente per consentire alle imprese di adeguarsi alle novità. La fatturazione elettronica obbligatoria dal 2019 è soltanto una delle novità in materia di Iva e, in linea generica, sul fronte fiscale.

Tra i punti principali della manovra di bilancio 2018, si conferma la sterilizzazione totale delle clausole di salvaguardia per un totale di 15,7 miliardi di euro. Si eviterà quindi per il 2018 l’aumento delle aliquote Iva e delle accise.

Attualmente, si ricorda, che è opzionale per i privati ma è obbligatoria nei rapporti commerciali con la Pubblica Amministrazione.

Altri articoli
Gli articoli più letti