Periodo spagnolo

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

La città
a cura di Mariella Nanna
Il dominio spagnolo nel meridione durò 200 anni, dal 1513 al 1713. Fu un periodo di soprusi, violenze e arretratezza per le nostre regioni, tutti elementi che gettarono le basi del divario economico fra Nord e Sud della penisola. Tali negatività venivano in apparenza mascherate dai nuovi dominatori con continue feste, che erano ormai all'ordine del giorno nei nostri paesi.

Il Governo spagnolo era rappresentato a Napoli da un Vicerè e a Bisceglie da un Governatore, rappresentante del Vicerè, che deteneva il potere giudiziario, militare e fiscale. Bisceglie, nonostante il suo statuto di città demaniale, ottenuto mediante il pagamento di un riscatto, fu venduta durante la guerra franco-spagnola del 1528 dal vicerè principe d'Orange al nobile spagnolo don Luigi Ram. Ciò avvenne a causa del mancato reperimento del decreto regio di autonomia. Nel 1532 Carlo V firmò un nuovo decreto attestante Bisceglie come città demaniale , soggetta unicamente al volere regio. Tuttavia l a frammentarietà e l'ambiguità delle leggi comunali ledeva l'autonomia municipale, creando fratture e divergenze tra Università (antico Comune), vescovi, privati e Governatore. Nel 1559 fu stilato un primo ordinamento unitario, gli Statuti detti del Villanova ; nel 1569 il commissario regio don Giovanni Martinez emanò i nuovi Capitoli municipali, rimasti in vigore fino al 1806, ma solo nel 1592, durante il regno di Filippo II, il Comune raggiunse la piena autonomia amministrativa mediante l'acquisto delle mura e del Castello.

Intorno alla metà del 1500 il vicerè spagnolo Pietro de Toledo mediante un proclama ordinò agli ebrei, che fin dal 1463 si erano stabiliti nel quartiere denominato “La Giudecca”, posto ad ovest della città vecchia, di abbandonare il regno o di convertirsi. I giudei si opposero, ma nel 1541 fu pubblicato il bando di espulsione, in base al quale gli ebrei potevano entrare in città solo per affari e rimanervi per non più di tre giorni, pena la confisca dei beni e la fustigazione.

Un'efficace opera di rinnovamento religioso e culturale fu svolta da Pompeo Sarnelli da Polignano, vescovo della Diocesi dal 1692 al 1724 e letterato fecondo, autore, tra molti scritti, della prima storia cittadina intitolata "Memorie dei vescovi di Bisceglia". Grazie alla sua mediazione si attenuarono i contrasti tra la Chiesa e l'Università circa i poteri sulla città.

Durante il dominio spagnolo proseguì l'evoluzione urbana della città. Persistendo il pericolo delle minacce turche, nella seconda metà del XVI sec. furono costruiti, per incrementare le possibilità di difesa, grandi bastioni di forma pentagonale, inseriti in punti strategici delle mura: il bastione di S. Martino nell'angolo nord-orientale della cinta muraria; quello di S. Gennaro ad ovest; quello di S. Paolo ad est (ancora esistente); quello del Castello a sud-est, oggi completamente distrutto, e quello di Porta Zappino, chiamato “ la Polveriera ”, a sud, che difendeva l'ingresso principale della città e che nel ‘600 ospitò il teatro di Bisceglie . Nella fascia compresa tra il perimetro meridionale della vecchia città e la nuova murazione si realizzò una nuova espansione: la costruzione di strade immediatamente interne al circuito murario permise la lottizzazione delle aree che su di esse si affacciavano. Vennero edificate le nuove residenze della nobiltà locale e della ricca borghesia, come i palazzi Tupputi, Schinosa, Berarducci, Frisari, direzionalmente allineati alla sede del Palazzo del Governo.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Bisceglie

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno