Preistoria

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

La città
a cura di Mariella Nanna
Il territorio biscegliese fu sede di insediamenti umani a partire dal Paleolitico Medio , come dimostrano i numerosi reperti archeologici rinvenuti presso le grotte di S. Croce e le cave Mastrodonato: oggetti di creta, pietre scheggiate, resti di animali (leone cavernicolo, orso delle caverne, buoi e cavalli primigeni). Tali reperti sono oggi custoditi nel Museo Civico Archeologico, intitolato a Saverio Majellaro, pioniere dell'archeologia locale.

Nell'età del Bronzo (3000-1000 a.C.) una popolazione nordica di stirpe indoeuropea soppiantò la popolazione indigena. Ne sono testimonianza i dolmen, monumenti funerari in pietra disseminati nell'agro biscegliese, tutti posti in posizione elevata. Ne conosciamo cinque, ma in passato dovevano essere più numerosi: i dolmen della Chianca, di Albarosa, della masseria Frisari, dei Paladini e di Giano. Il dolmen della Chianca è tra i più importanti monumenti preistorici d'Europa per dimensioni e per l'eccezionale stato di conservazione.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Bisceglie

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno