L’uva e il vino

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

La città
a cura di Mariella Nanna
profiloSez
Il clima mediterraneo e mite della Puglia permette la coltivazione della vite. Tra i prodotti agricoli locali un posto di tutto rilievo spetta all'uva da tavola. Bisceglie è stata per anni la culla dell'uva Baresana , detta anche uva di Bisceglie: essa costituì dai primi del ‘900 alla seconda guerra mondiale il vanto della nostra esportazione. Presenta acini grossi, sferoidi o ovoidali, con buccia di medio spessore non molto consistente e poco pruinosa, di colore giallo dorato chiaro o giallocereo. Si diffusero successivamente nell'agro biscegliese le varietà Regina e Cardinale , quest'ultima introdotta in Europa dopo la seconda guerra mondiale. L'uva Regina è un vitigno di origine antichissima, forse di provenienza orientale, caratterizzato da acini grossi di forma elissoidale, con buccia di medio spessore consistente e pruinosa, di colore giallo dorato. L'uva Cardinale è una delle migliori uve rosse da tavola, dagli acini grossi, sferoidali, con buccia pruinosa di medio spessore, di colore rosso violaceo non molto uniforme.

Per quanto concerne il vino, a Bisceglie si produce l' Aleatico di Puglia Doc , tipico di tutta la regione, che prende il nome dall'omonimo vitigno. Si ottiene da uve Aleatico per almeno l'85%, con l'eventuale aggiunta di Negroamaro, Malvasia Nera e Primitivo. Di sapore pieno e moderatamente dolce, l'Aleatico ha una gradazione minima di 15 gradi e si produce nelle tipologie “dolce naturale” e “liquoroso”. In quest'ultima versione, il leggero appassimento delle uve innalza il tasso minimo di alcolicità fino ai 18,5 gradi. Caratteristica comune è il colore rosso granato con riflessi violacei, tendente all'arancione con l'invecchiamento. È un vino da dessert che si abbina solitamente a preparazioni a base di pasta non lievitata come crostate e a pasticceria secca a base di mandorle. Va servito ad una temperatura di 12-14°C.

Si produce inoltre il Moscato di Trani Doc , che si ottiene da uve Moscato bianco, cui si possono eventualmente aggiungere altre varietà per una percentuale non superiore al 15%. Dal sapore dolce vellutato e dall'intenso aroma, ha una gradazione di 15 gradi nella tipologia “dolce naturale” e di 18 gradi in quella “liquoroso”. È un vino da fine pasto, che ben si accompagna ai dolci locali, in particolare ai marzapani bianchi e ai mustazzueli.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Bisceglie

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno