- La pronuncia sguaiata dei biscegliesi

Poesie, racconti, canzoni popolari, filastrocche, motti, soprannomi.

a cura di

Secondo una leggenda popolare, quando S. Nicola Pellegrino, sbarcato dalla Licia sulla costa pugliese, cominciò a peregrinare per le città per diffondere il Vangelo, si limitava, da uomo schivo e di poche parole, a tenere brevi discorsi che concludeva con le parole «Kyrie, Kyrie eleison».

Giunto a Bisceglie, gli abitanti furono delusi dalla semplicità e mitezza del Santo, al punto che lo scacciarono in malo modo. S. Nicola, offeso dal contegno dei biscegliesi, pregò Dio di storpiare la loro parlata, come infatti avvenne.

Questa è la ragione per cui i biscegliesi, quando parlano il loro dialetto, storcono un poco la bocca: così affermano i tranesi, ai quali fanno eco i molfettesi, che chiamano i biscegliesi vòcche stóurte.

A questa leggenda, che fa dei biscegliesi «i più disgraziati parlatori del Regno», si ispirarono nell' 800 i napoletani quando crearono la spassosa maschera di don Pancrazio Cucuzziello.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Bisceglie

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno