martedì 18 settembre 2012 Cronaca
Le iscrizioni a Giurisprudenza ed Economia dovranno avvenire entro il 31 ottobre

L’Università della Bat apre i battenti. Al via il primo anno accademico. Ecco le borse di studio

Le foto della struttura che da qualche giorno ha avviato le attività preparatorie ai corsi. Ecco come scaricare il bando per ottenere i contributi

Segnala questa notizia ai tuoi amici con una email
A:
Da:
Messaggio:
La sede di Trani dell'Università della Bat
La sede di Trani dell'Università della Bat La sede di Trani dell'Università della Bat © n.c.

L’Università Lum Jean Monnet della Bat è ormai realtà. Ha aperto i battenti ufficialmente da una settimana la sede di tutoraggio sulla Provinciale Trani- Andria (nei pressi dell'uscita Trani nord della 16 bis), realizzata seguendo i più moderni sistemi di ristrutturazione.

Ben 4mila metri quadri, divisi su due piani, moderni ed efficienti per le esigenze degli studenti, da cui si domina tutta la campagna circostante. Come dimostra la photogallery allegata, vi sono ampie aule luminose da 150 posti l’una, ognuna dotata di videoproiettori e moderni sistemi di riscaldamento e aria condizionata. E poi ancora una grande e luminosa biblioteca, la sala di informatica, un’aula magna, sala studenti, sala professori. Tutto il plesso sarà coperto da un sistema wifi interno.

Presso la sede di tutoraggio è possibile iscriversi a due corsi di laurea: Giurisprudenza ed Economia. Presso la sede di Trani è possibile seguire seminari e tutoraggio, per gli esami gli studenti dovranno recarsi nella ormai storica sede di Casamassima.

«Dopo appena una settimana di apertura il bilancio è ottimo - fanno sapere dall'Università tranese -. Tantissimi i ragazzi che si stanno già iscrivendo e quelli che si stanno recando in sede per chiedere informazioni».

Pubblicato ieri, intanto, il bando delle borse di studio: «700 mila euro - confermano dalla Lum - messe a disposizioni dei ragazzi della Bat dai Comuni aderenti al Patto Territoriale Ofantino, compreso il comune di Corato, l’unico non appartenente alla Provincia Bat, ma che ha deciso di partecipare alle borse di studio».

Le borse di studio offriranno 2.500 euro a ragazzo che serviranno a coprire i due terzi del costo complessivo della retta annuale di 3.750 euro. Dunque saranno bandite all’incirca 300 borse di studio, tenendo presenti in primis i requisiti del merito e del reddito familiare degli studenti. Le immatricolazioni si potranno effettuare entro il 31 ottobre prossimo.

Gli studenti della Bat, interessati alle immatricolazioni per le Facoltà di Economia e Giurisprudenza, potranno visionare il bando sui siti www.lum.it, www.pattonordbareseofantino.it, www.provincia.barletta-andria-trani.it.

Per ulteriori informazioni si ricorda che presso la sede di tutoraggio della LUM Jean Monnet, sulla strada provinciale Trani- Andria, la segreteria è aperta tutti i giorni, dal lunedì al sabato mattina, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Importanti novità anche sul piano logistico. La società di trasporti Stp ha deciso di garantire una fermata dei pullman davanti all’università. La STP parte da Bari città e tocca tutte le città della costa a nord di Bari (Palese, Santo Spirito, Giovinazzo, Molfetta, Bisceglie, Trani). Da qui i ragazzi potranno salire e raggiungere la sede della Lum. Inoltre saranno realizzati dei servizi di bus navetta dalle stazioni ferroviarie di Trani e di Andria.

«Tra le grandi sfide della Lum di Trani - affermano dall'Università - c’è anche quella di voler diventare un polo culturale per e del territorio. Un grande open space sarà destinato a presentazioni di libri, mostre, incontri, dibattiti. La Lum vuole diventare un centro pulsante del territorio dove è possibile fare cultura a 360 gradi e tutti i giorni. Le Associazioni culturali che vogliono interagire sono le benvenute. Inoltre la Lum School of Management ha iniziato le sue attività nella nuova sede di Trani, che si affianca a quella di Casamassima, che rimarrà sede di alcuni master e corsi di alta formazione».

«Coerentemente con lo spirito ed i valori del nostro Fondatore - dice Il Direttore della Scuola, il Prof. Francesco Manfredi -, siamo al servizio di questo territorio, dei suoi giovani, dei suoi imprenditori, dei suoi amministratori, dei cittadini tutti, per contribuire a progettare e concretizzare processi di sviluppo sostenibile nel solco della mirabile storia che ha contraddistinto la sua evoluzione».

«Per raggiungere tale obiettivo- continua Manfredi- , stiamo via via consolidando numerosi e proficui rapporti con le imprese, con le Istituzioni pubbliche e le aziende sanitarie, con le organizzazioni del Terzo settore e con quelle di rappresentanza, rispetto alle quali la Scuola si propone quale interlocutore privilegiato, volto ad offrire competenze e risorse, per collaborare proficuamente con il tessuto produttivo, istituzionale e culturale che quotidianamente profonde il medesimo impegno nel miglioramento e nella crescita del territorio».

Commenta
1 Commento
il 18 settembre 2012 alle 11:56
Francesco De feudis
Perchè chi vuole studiare in una università privata dovrebbe ricevere borse di studio?
{ "items": [{ "data_inizio": "2013/12/16", "data_fine": "2013/12/24", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Bisceglie/cornice/CORNICE-videoservice.jpg", "href_immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Bisceglie/cornice/vol-VIDEOSERVICE.jpg", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#ffffff", "top":"105" }] }