La pubblicazione

"L'Anima del Commercio", il nuovo libro di Luca De Ceglia

Storie di fiere e mercati, bar e attività produttive a Bisceglie e dintorni

Cultura
Bisceglie venerdì 08 dicembre 2017
di Francesco Sinigaglia
"L'Anima del Commercio", il nuovo libro di Luca De Ceglia © n.c.

Luca De Ceglia, giornalista, romanziere e Ispettore archivistico onorario della Soprintendenza di Puglia e Basilicata, pubblica la sua nuova fatica letteraria dal titolo L’anima del commercio, Storie di fiere e mercati, bar e attività produttive a Bisceglie e dintorni, nel mese di novembre 2017.

Nel corso dell’opera, assolutamente ben stesa, sono affrontate le varie facce del mercato. L’anima del commercio mette in luce: fiere, mercati, regole e consuetudini dal XIV al XX; l’abbigliamento e le mode nelle epoche; la memoria degli antenati con l’attenzione al servizio dei bar; la storia dei gelatai col carretto; gli alimentaristi e i negozianti in subbuglio a Bisceglie nei primi ’60; i leader degli imballaggi; gli usi nei fondi agricoli. Oltre a questi, tanti e interessanti sono i temi relazionati al commercio territoriale, dipanati nel lavoro.

L’anima del commercio, in più, vede per l’iniziativa editoriale l’importante presenza della Confcommercio Bari-Bat e del direttore Leo Carriera.

Fondamentale, ad impreziosire il libro molto ben realizzato, è, inoltre, l’apporto alla ricerca di un’appendice che raccoglie cartoline postali, oltre che loghi e lettere di imprese locali della prima metà del Novecento.

«Mercati e bancarelle […] destano ancora il fascino e contribuiscono al sostegno dell’economia locale. L’attività dei venditori ambulanti, densa di sacrifici, di trasferte e di speranza giornaliera rivolta al cielo affinché le condizioni climatiche siano favorevoli, sopravvive agli affari vorticosi degli ipermercati, della cosiddetta grande distribuzione organizzata. E’ un sistema di vendita, quello dei mercati tradizionali, basato sulla convenienza del rapporto qualità-prezzo che ha radici antiche», così parla de Ceglia all’inizio del saggio storico, evidenziando a chiare lettere il contributo notevole, insieme a regole e consuetudini, delle piccole realtà commerciali biscegliesi.

Una bella sfida di ricerca storica – certamente esaltante, oltre che molto e ben riuscita -, poi, è quella dello scrittore nel riportare alla ribalta una autorevole realtà del passato che prova la sopravvivenza in una contemporaneità vittima degli acquisti online. Anche l’attenta esposizione bibliografica costruita dall’autore permette al lettore di avvicinarsi alla materia che risulta ineluttabilmente vicina alla vita di tutti i giorni: basti pensare all’immagine di copertina che rende protagonista il famoso ‘Ciccillo’, nonché venditore ambulante biscegliese di altri tempi al lavoro.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette